Prunotto – Barolo Docg. Riserva BUSSIA “VIGNA COLONNELLO” 2014

131,80

Dal prezioso vigneto di un ettaro nella zona di Monforte d’Alba. Vigna Colonnello rappresenta il connubio tra le due anime del Barolo e celebra l’incontro tra due terroir di elezione. Un vino dai tannini vellutati e capace di esprimere la finezza e l’eleganza derivata dal suolo Tortoriano e la struttura e la potenza originata dal terreno Serravalliano. All’arrivo in cantina le uve sono state pigiate e soltanto il 65% diraspato. La macerazione, avvenuta in serbatoi di acciaio inox, è decorsa in circa 7 giorni a una temperatura massima di 30 °C. La fermentazione malolattica si è conclusa prima della fine dell’inverno. La maturazione ha avuto luogo in legni di rovere francese di diverse capacità per 18 mesi e per 24 mesi in acciaio. Il vino ha affinato 24 mesi in bottiglia prima dell’uscita sul mercato.

Falstaff
Annata 2014 degustata: ottobre 2020
Rosso rubino luminoso, luminoso. Naso nobile e finemente profumato di fragoline di bosco, lamponi e un tocco di miele di fiori freschi e petali di rosa, enormemente multistrato e complesso. Molto succoso e limpido al palato, si diffonde con estrema eleganza sulla lingua, con tannino fitto e leggero, molto sale, molto lungo e indipendente con quel certo qualcosa.

Valutazioni:    Antonio Galloni     94/100       DoctorWine    97/100         Falstaff     96/100

 

Quando bere:  2024/2034

 

Disponibile

Descrizione

Fondata a inizio secolo nel comune di Serralunga, l’azienda venne rapidamente rilevata da Alfredo Prunotto e la moglie Luigina nel 1922. La passione dei due coniugi per il lavoro nella tenuta porterà i loro vini a varcare i confini nazionali per far conoscere anche all’estero la bontà e l’alta qualità dell’enologia delle Langhe. Nel 1956 Beppe Colla e Carlo Filiberti subentrano ad Alfredo nella gestione della cantina. Si assiste a un’espansione considerevole, con l’individuazione e l’acquisto di terreni particolarmente votati alla coltura della vite. Con gli anni ‘70 e ‘80 iniziano la progettazione e la costruzione della nuova Cantina di Alba, oltre che la collaborazione con i Marchesi Antinori, una delle famiglie storicamente più importanti dell’enogastronomia italiana, che si occuperà della distribuzione. Oggi la cantina spicca per la qualità del terroir delle proprie tenute, che permette di offrire numerose bottiglie DOCG pregiate. Importanti anche i diversi vigneti coltivati, che variano in altitudine dai 180 ai 300 metri sul livello del mare, come il Bric Turot, della zona di Barbaresco, il Mompertone, e il Bussia per la produzione del Barolo, color rosso granato, dal profumo complesso e sapore equilibrato e vellutato.

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Anno

Produttore

Vitigni

Gradazione

Paese

Regione

Formato