AZELIA Luigi Scavino – Barolo DOCG. Riserva “BRICCO VOGHERA” 2009

151,60

Solo nelle annate migliori viene prodotta una Riserva dal vigneto Voghera Brea. Le viti hanno in media più di 75 anni. Luigi Scavino parla di un’incredibile concentrazione, di aromi che ricordano la frutta secca, l’amarena, la prugna e il cioccolato fondente: un vino dal finale infinito… Il vigneto Voghera Brea, che si estende per poco meno di un ettaro, si trova nel territorio del Comune di Serralunga d’Alba. Il vino matura per cinque anni in grandi botti di rovere e per almeno altri cinque anni in bottiglia. La produzione è di circa 4000 bottiglie. “Ogni Riserva è una Riserva da ricordare”, dice Luigi Scavino.
.
RAFFAELE VECCHIONE – WinesCritic.com
2009 Vintage Tasted: May 2020
Da piante vecchie fino a 120 anni si produce un vino espressione unica del Nebbiolo autentico del versante sud della Vigna Bricco Voghera. Incredibile il naso misto floreale e fruttato che rivela note di prugne rosse, ribes, cassis e foglie di mirto selvatico. Preciso il sottofondo dall’impronta complessa che dispensa note di fragole mature, foglie di tè nero e menta piperita. Si completa in ultimo con erbe officinali ed un leggero ricordo al tartufo bianco. Corpo pieno, tannini di natura setosa, egregiamente maturi e di dolcezza innata ed un finale solido e compatto e di media-lunga persistenza . Cinque anni di botte grande e cinque anni di affinamento in bottiglia prima di essere rilasciato sul mercato. Bevi ora o invecchia.

Valutazioni:  Raffaele Vecchione   98/100       Cellar Tracker   95/100      Robert Parker   95/100

Quando bere:     2020/2038

 

Disponibile

Descrizione

Nel cuore delle Langhe, a Castiglione Falletto, nel 1920 il Cavalier Lorenzo Scavino inizia a vinificare parte delle uve prodotte dai vigneti di famiglia, con l’aiuto del figlio Alfonso e di Luigi che iniziano a imbottigliare ed esportare il vino: una storia semplice, familiare, quella della cantina Azelia, che oggi dispone di 16 ettari vitati e produce in media 80.000 bottiglie all’anno. Luigi è affiancato dalla moglie Lorella e dal figlio Lorenzo, che rappresentano ormai la quinta generazione di produttori di vino. Grande cura profusa nel lavoro della vigna è il caposaldo su cui poggia l’azienda come anche l’assoluto rispetto verso la natura: le basse rese vengono ulteriormente diminuite tramite la vendemmia verde, necessaria per scegliere i frutti e portarli a perfetta maturazione. Tradizione incontra la modernità in cantina, grazie all’utilizzo di tecniche di ultima generazione

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Vitigni

Anno

Gradazione

Regione

Paese

Formato