• ESAURITO

    Coppo – Metodo Classico Brut “PIERO COPPO” Riserva del Fondatore 2009

    89,40

    Il bollicine Brut Metodo Classico “Piero Coppo – Riserva del Fondatore” dell’azienda Coppo affina 9 mesi in barriques e successivamente 90 mesi in bottiglia a contatto con i lieviti. Ha una produzione molto limitata di bottiglie ed è dedicato al fondatore Piero Coppo. Questo prestigioso metodo classico viene prodotto solo nelle annate di eccezionale valore qualitativo e vanta una incredibile longevità, tanto che oggi è ancora possibile stappare bottiglie di oltre vent’anni, senza che presentino il minimo cedimento qualitativo. Grandioso

    Dalla grande complessità minerale e dalla struttura imponente è di colore giallo paglierino, con riflessi dorati che si fanno brillanti, perlage fine e persistente. I profumi sono fruttati con accenni di crosta di pane e minerali. Al palato è fresco, cremoso, elegante ed armonico, ma austero e potente.

    Valutazioni:    Non ci sono ancora recensioni critiche per questa annata.

     

  • ESAURITO

    Giuseppe Quintarelli – Amarone della Valpolicella Classico Riserva DOCG. 2009

    512,40

    L’Amarone Riserva viene prodotto solo nelle migliori annate. Le uve, selezionate con particolare cura al momento della vendemmia, vengono portate nel fruttaio e subito messe a riposo in cassette di legno e sui graticci. E’ importante adagiare le uve in modo adeguato affinché l’appassimento possa aver luogo in maniera completamente naturale. I primi segnali di muffa nobile compaiono a fine novembre – inizio dicembre e si sviluppano maggiormente nel mese di gennaio. Verso la fine di gennaio si pigiano le uve e, dopo circa 20 giorni di macerazione, inizia la fermentazione alcolica ad opera dei lieviti indigeni. La fermentazione avviene molto lentamente e dura circa 45 giorni. Dopo di ché si svina e il futuro Amarone viene messo in botti di rovere di Slavonia medio-piccole, dove effettua la propria maturazione per più di dieci anni. Durante questo periodo avvengono altre fermentazioni alcoliche che permettono di ottenere un vino secco di straordinaria struttura e complessità. Il vino è un blend di 55% Corvina, 25% Rondinella, 15% Cabernet Sauvignon integrato con alcuni sentori di Nebbiolo, Sangiovese e Croatina.

    Colore rosso rubino scuro, all’ olfatto esprime un bouquet elegante con aromi di frutta rossa matura, ciliegia, prugna, aroma di radice di liquirizia, morbide spezie, note di cacao amaro e cioccolato. Il sorso è ampio, caldo e avvolgente, con aromi densi, persistenti e tannini levigati, il finale è lungo e molto armonioso.

    Falstaff
    Annata 2009 degustata: novembre 2020
    Granato rubino potente e brillante. Naso invitante e perfettamente pulito, mostra molte sfaccettature, come il succo di ciliegia scura, il tè nero, dietro fini componenti speziate. Al palato esordisce quasi esitante, si allarga continuamente, frutto limpido, si presenta fresco, nessuna traccia di surmaturo, a maglia fine, tannino levigato, smaltato. Migliorerà ancora negli anni.

    Valutazioni:      Falstaff   99/100

     

     

     

  • ESAURITO

    Pol Roger – Champagne Brut Cuvèe “SIR WINSTON CHURCHIL” Millesime 2009

    226,80

    Potenza e raffinatezza

    Champagne Pol Roger ha creato la sua Prestige Cuvée in omaggio a Sir Winston Churchill memore delle qualità che ricercava nel suo champagne: robustezza, carattere corposo e relativa maturità. L’esatta miscela è un segreto di famiglia gelosamente custodito ma è innegabile che la composizione incontrerebbe l’approvazione dell’uomo a cui è dedicata: “I miei gusti sono semplici, mi accontento facilmente del meglio”. Il Pinot Nero predomina, fornendo struttura, ampiezza e robustezza mentre lo Chardonnay contribuisce con eleganza, finezza e finezza. Composto esclusivamente da uve provenienti da vigneti Grands Crus Pinot Nero e Chardonnay che erano già in vigna durante la vita di Churchill.La Cuvée Sir Winston Churchill è prodotta solo nelle migliori annate e viene sempre rilasciata più tardi degli altri Champagne datati vintage di Pol Roger, segnando l’apprezzamento di Churchill per i vini più vecchi.
    L’affinamento sui lieviti di circa 10 anni, dona profondità e ricchezza, rendendo la Cuvée Sir Winston Churchill uno champagne di rara complessità.

    Il vino ha un invitante colore dorato brillante e un flusso di bollicine fine e regolare.
    All’inizio il naso raffinato emana sottili sentori di brioche e spezie dolci che si combinano con aromi di agrumi e fragranze floreali.
    Man mano che il vino si scalda nel bicchiere, diventa più potente e al naso sviluppa complesse sfumature di noci tostate, fiori d’acacia e nido d’ape.
    Al palato è rotondo e cremoso sostenuto da note di frutta fresca.
    La struttura è opulenta, sostenuta da un favoloso equilibrio. Il finale è lungo e potente.

    Valutazioni:     Wine Enthusiast   97/100     Robert Parker  95/100     Falstaff  95/100
    .                       Wine Spectator 95/100     Cellar Tracker 95/100

    Quando bere:  2020/2050

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

  • Fattoria Poggio di Sotto – Brunello di Montalcino Docg. “POGGIO DI SOTTO” 2009

    146,40
    Vino che non ha bisogno di presentazioni, il Brunello di Poggio di Sotto è da sempre considerato come uno dei grandi classici della denominazione. Un rosso capace ogni anno di stupire grazie ad un dettaglio ed un’eleganza unici, non solo nel panorama di Montalcino. Il Brunello di Montalcino DOCG di Poggio di Sotto è un vino che nasce nella zona di Castelnuovo dell’Abate, nella vallata del fiume Orcia, da vigne poste a 200, 300 e 450 metri sul livello del mare con diverse esposizioni e su terreni ricchi di scheletro. In cantina tutto viene eseguito nel modo più tradizionale, dalla vinificazione in tini di legno alle fermentazioni spontanee e alle macerazioni molto prolungate. L’affinamento avviene in botti di rovere da 30 hl per 48 mesi e in bottiglia per 8 mesi. Il Brunello di Montalcino DOCG di Poggio di Sotto non viene filtrato prima dell’imbottigliamento.
    .
    Alla vista, color rosso rubino luminoso. L’intenso profumo di confettura di frutta rossa si staglia su uno sfondo floreale, puntellato da una leggera speziatura. Il sorso si distende su una buona spalla acida e su tannini sferzanti. Un Brunello potente, di una grande annata, che nel tempo troverà i suoi equilibri migliori
    .
    Valutazioni:  Cellar Tracker      93/100      Falstaff   93/100     Wine Spectator   92/100
    .
    Quando bere:    2016/2030

     

  • SCARPA – Barbera d’Asti Docg. Superiore “LA BOGLIONA” 2009

    45,80

    La Bogliona è una Barbera d’Asti DOCG superiore prodotta dall’azienda Scarpa di Nizza Monferrato.

    Una barbera importante capace di mantenere le sue caratteristiche per 10, 20 e anche più anni, nelle sue annate migliori.

    Prima di essere imbottigliata in una borgognotta personalizzata nel design, fa un invecchiamento che può durare dai 18 ai 36 mesi in grandi botti di rovere francese di Allier.

    A seguire un affinamento in bottiglia che dura 2 anni.

    Il colore è rosso rubino con brillanti riflessi porpora.
    Il profumo è intenso, caratterizzato dal sentore di prugna e dalla potente complessità e ampiezza.
    Il gusto è asciutto, austero, minerale e sapido, si ammorbidisce e diventa vellutato dopo il quinto anno. L’inconfondibile freschezza e la persistenza non l’abbandonano mai.

     

                        

  • GAJA – Langhe Doc. Cru ” SORI SAN LORENZO ” 2009

    429,50

    Il termine dialettale Sorì indica la porzione di pendio collinare esposto a sud, mentre Lorenzo è il santo protettore del Duomo della città di Alba, il cui beneficio parrocchiale fu proprietario fino al 1964 del vigneto successivamente acquistato dalla famiglia Gaja.
    Il vigneto Sorì San Lorenzo si trova a pochi passi dal centro storico del Comune di Barbaresco.

    La produzione di questo straordinario vino passa attraverso un processo di macerazione e di fermentazione in vasche di acciaio inox della durata complessiva di tre settimane, con una successiva maturazione protratta per due anni, il primo dei quali in barriques e un successivo periodo altrettanto lungo all’interno di grandi botti di legno. Il seguente affinamento in vetro produce il miglior risultato entro venti anni dall’imbottigliamento, e in grado di conservare i suoi caratteri ancora moltissimo tempo.

    Robert Parker
    Il Sori San Lorenzo 2009 di Gaja, è molto più tipico nella sua espressione. Strati di succose ciliegie scure, mentolo, spezie, catrame, liquirizia e grafite scorrono sul palato mentre questo vino potente e mascolino si apre nel bicchiere. Gli aromi ei sapori dell’infuso balsamico si sviluppano nel bicchiere, aggiungendo una notevole complessità e la firma di questo grande terroir, indiscutibilmente uno dei migliori del Piemonte. Scadenza anticipata: 2019-2039.

    Wine Enthusiast
    C’è sempre qualcosa di magico nel Sorì San Lorenzo di Gaja. È l’intensità e la pienezza del vino che penetra nella parte posteriore del palato e offre molti lunghi minuti di persistenza sul finale. Il profumo ricorda la frutta nera, il cuoio, le spezie, il catrame, la liquirizia e l’erba secca.

    James Suckling
    Sottile e ricco con aromi di lampone e mirtillo e tocchi anche di pesca e lavanda. Corposo, con intenso carattere di lavanda e spezie con aromi di cioccolato e frutta. Finale lungo, lungo.

    Wine Spectator
    Uno stile ricco e muscoloso, con aromi e sapori di amarena, prugna, fumo e spezie che fanno da padrone. Equilibrato e morbido, in uno stile moderno, che mostra raffinatezza e lunghezza sul finale.
    .

    Valutazioni:     Robert Parker  96/100    Wine Spectator  93/100   
    .                         Falstaff  96/100        Wine Enthusiast   96/100
    .
    Quando bere:  2019/2039
    .
    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.
  • AZELIA Luigi Scavino – Barolo DOCG. Riserva “BRICCO VOGHERA” 2009

    151,60
    Solo nelle annate migliori viene prodotta una Riserva dal vigneto Voghera Brea. Le viti hanno in media più di 75 anni. Luigi Scavino parla di un’incredibile concentrazione, di aromi che ricordano la frutta secca, l’amarena, la prugna e il cioccolato fondente: un vino dal finale infinito… Il vigneto Voghera Brea, che si estende per poco meno di un ettaro, si trova nel territorio del Comune di Serralunga d’Alba. Il vino matura per cinque anni in grandi botti di rovere e per almeno altri cinque anni in bottiglia. La produzione è di circa 4000 bottiglie. “Ogni Riserva è una Riserva da ricordare”, dice Luigi Scavino.
    .
    RAFFAELE VECCHIONE – WinesCritic.com
    2009 Vintage Tasted: May 2020
    Da piante vecchie fino a 120 anni si produce un vino espressione unica del Nebbiolo autentico del versante sud della Vigna Bricco Voghera. Incredibile il naso misto floreale e fruttato che rivela note di prugne rosse, ribes, cassis e foglie di mirto selvatico. Preciso il sottofondo dall’impronta complessa che dispensa note di fragole mature, foglie di tè nero e menta piperita. Si completa in ultimo con erbe officinali ed un leggero ricordo al tartufo bianco. Corpo pieno, tannini di natura setosa, egregiamente maturi e di dolcezza innata ed un finale solido e compatto e di media-lunga persistenza . Cinque anni di botte grande e cinque anni di affinamento in bottiglia prima di essere rilasciato sul mercato. Bevi ora o invecchia.

    Valutazioni:  Raffaele Vecchione   98/100       Cellar Tracker   95/100      Robert Parker   95/100

    Quando bere:     2020/2038

     

  • Massolino – Barolo Docg. “VIGNA RIONDA” Riserva 2009

    106,80

    “Probabilmente il più potente di tutti i nostri prodotti, riassume egregiamente quelle che sono le caratteristiche essenziali del vino Barolo come la grande struttura, l’ottima concentrazione alcolica e i tannini in grado di garantire lunghissimi invecchiamenti.
    Si apre lentamente e raggiunge la sua massima e davvero importante espressione solo dopo alcuni anni di affinamento; per questo viene messo in commercio al sesto anno ed, una parte che diventerà sempre più consistente, al decimo!!!!” (Massolino)

    Wine Spectator
    Data di recensione : febbraio 2016
    Annata vino : Barolo Docg Vigna Rionda Riserva 2009
    “Amarena, prugna, tè e sandalo, cui sottintende un tannino avvolgente. Evolve e si espande sul finale, con persistenti note di tabacco, spezie ed aromi terrosi.

    James Suckling
    Data di recensione : settembre 2015
    Annata vino : Barolo Docg Vigna Rionda Riserva 2009
    Note di cedro e sandalo fanno da sfondo alla frutta matura ed al cioccolato di questo Barolo. Corposo, dai tannini fermi e setosi e dal finale lungo e saporito. Un vino energico a cui questo grande produttore di Barolo sceglie di donare almeno un anno in più di invecchiamento.

    Robert Parker 
    Data di recensione : luglio 2015
    Annata vino : Barolo Docg Vigna Rionda Riserva 2009
    “Il Barolo Vigna Rionda Riserva 2009 esplode dal bicchiere con sicurezza e personalità. Nulla in questo vino è nascosto alla vista. Questa Riserva si dona con immediatezza, con sfaccettature di frutti scuri intessuti di spezie esotiche e note minerali. Il vino rivela anche deliziosi aromi di invecchiamento, come liquirizia, tabacco ed erbe balsamiche. L’annata 2009 è leggermente più ampia e invitante rispetto alla 2007 o alla 2006.”

     .

    Valutazioni:            DoctorWine  95/100      Robert Parker  94/100

    .                              Wine Spectator   92/100      James Suckling   94/100

    .

    Quando bere:  2017/2048

     

  • DEUTZ – Champagne Blanc de Blancs Millesimo 2009

    78,00

    Wine Advocate-Parker:
    Il Blanc de Blancs 2009 color limone è più rotondo del solito, a causa della calda estate del 2009. Chardonnay maturo e intenso, con aromi di vaniglia brioche al naso portano ad un palato intenso, ma straordinariamente puro e fresco. Ha un carico di mineralità. Molto intenso e persistente nel finale, ma comunque di grande finezza

    Valutazioni
    Robert Parker  92/100     Wine Spectator 92/100

    Quando bere:  2016/2023