Bruno Giacosa – Barolo Docg. “LE ROCCHE DEL FALLETTO” Riserva 2012

420,80

Il Barolo Riserva “Le Rocche del Falletto” di Bruno Giacosa è riconosciuto da ogni appassionato del globo come uno dei più grandi vini del mondo. E’ un monumento all’enologia. La produzione limitata solo alle grandissime annate e il prestigioso cru da cui nascono le uve, rendono questo vino pregiato, riconoscibile subito dal colore dell’etichetta, rossa invece che bianca, uno dei più grandi Barolo mai prodotti.

Il Rocche del Falletto Riserva Bruno Giacosa è un barolo di stampo classico, prodotto secondo le antiche tradizioni di Langa con lunghissime macerazioni e affinamento in botte grande. Le uve derivano dal cru Le Rocche di Serralunga d’Alba uno degli 11 comuni in cui è possibile produrre Barolo. Il vino è estremamente territoriale, nel calice ritroviamo tutte le caratteristiche che contraddistinguono questo comune, tannini potenti, grande profondità e austerità

L’annata 2012, è ancora una volta una bellezza a 360° con un’intensità e una complessità impressionanti. Questo vino non appare mai pesante o piatto, ma con la sua indescrivibile eleganza crea ancora una volta il punto di riferimento della viticoltura piemontese. La sua energia lo trasporta in sfere che non hanno eguali. Una cornucopia di petali di rosa, spezie esotiche, tartufi e sottobosco lascia un’impronta unica ancor prima del finale quasi infinito, come solo la Riserva di Giacosa sa fare.

Wine Advocate / Robert Parker  (6/2018)
“Il Barolo Riserva Falletto Vigna Le Rocche 2012 (etichetta rossa) è stato imbottigliato lo scorso settembre ed è già entrato in una fase comoda e promettente nella sua primissima evoluzione. La selezione dei frutti è stata estrema nel 2012. Questa è una calda espressione dell’annata, e il vino è splendidamente ricco e vellutato come risultato. Quella ricchezza strutturale è ciò che risalta di più. Il frutto primario è audace e molto ben definito. C’è un punto di maturazione di ciliegia scura, ma si aggiunge alla generosa fibra e alla morbidezza della bocca. Delle tante belle annate che ho assaggiato di questo vino, presumo che il 2012 possa essere più veloce nella sua evoluzione”.

Wine Spectator    (9/2018)

“Profumi penetranti di tartufo, acqua di rose, ciliegia macerata ed erbe officinali sono i tratti distintivi di questo rosso elegante. Meno evoluto e armonico al palato, con un cuore di frutta dolce e tannini fitti e fitti. Rimane fresco e lungo sul lungo finire.”

Valutazioni:      Wine Spectator  97/100          Robert Parker   96/100         

Quando bere: 2020/2045

Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

 

Solo 1 pezzi disponibili

Descrizione

Bruno Giacosa è uno dei grandi maestri della viticoltura nelle Langhe, un successo che deriva da una grande passione per il territorio e per i vitigni autoctoni, in particolare il Nebbiolo, e un meticoloso lavoro in vigna e in cantina per ottenere il massimo livello qualitativo dei vini. Ha sempre acquistato e poi coltivato le migliori uve, selezionate accuratamente, e il vino non viene imbottigliato se l’annata non soddisfa! Il suo approccio è preciso e tradizionale, ed i suoi vini sempre sublimi e incomparabili, bevuti in tutto il mondo e riconosciuti dai critici mondiali come le massime espressioni delle Langhe.

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Vitigni

Anno

Paese

Regione

Gradazione

Formato