Vietti-Barolo Docg. Riserva “VILLERO” 2010

417,30

Il Barolo Riserva “Villero” di Vietti è un’etichetta di grande prestigio, sicuramente da annoverare nella categoria delle grandi eccellenze della denominazione. È una magnifica espressione del famoso cru Villero, situato nel territorio di Castiglione Falletto. Le uve accuratamente selezionate e il lungo invecchiamento in legno, permettono al Nebbiolo di raggiungere livelli di elegante complessità e intensa profondità aromatica. Il vigneto Villero ha un’estensione di circa un ettaro e si trova a 300 metri d’altitudine, con una meravigliosa esposizione sud, sud-ovest. Le viti hanno un’età media di oltre 40 anni e sono allevate con una densità di 4000 ceppi per ettaro, su terreni composti da marne bianche e bluastre, con moderata presenza di argille. La fermentazione si svolge in vasche d’acciaio con una macerazione sulle bucce di circa 12 giorni. In vino matura per 33 mesi in botte grande e barrique e completa l’affinamento con 60 mesi in bottiglia.

Wine Advocate di Robert Parker
In una parola, il Barolo Riserva Villero 2010 è magico. Non sono sicuro di aver capito come fa Luca Currado. Con la sua bacchetta magica, raggiunge un livello di purezza e intensità che raramente ho visto in Barolo o in qualsiasi altra denominazione italiana del genere. Il vino è centrato ed equilibrato al suo interno, ma i suoi aromi e sapori sono assolutamente esplosivi allo stesso tempo. Il bouquet esprime frutta scura, tabacco, tartufo bianco, erbe balsamiche e rosmarino grigliato. I tannini sono strutturati con una vena di morbida dolcezza. Questo vino svolge la fermentazione malolattica in botte grande e viene lasciato maturare sulle fecce fini senza travasi. È in gran parte fatto in riduzione per stabilire quella qualità croccante e soda che si sente in bocca.  (8/2017)

 

Valutazioni
Robert Parker   99/100        Antonio Galloni   96/100     Wine spectator   95/100       James Suckling     98/100

Quando bere:  2025/2050

Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

Solo 2 pezzi disponibili

Descrizione

La cantina Vietti ha sede a Castiglione Falletto, nel cuore delle Langhe, una delle zone più vocate al mondo per la produzione di grandi vini. Fondata a fine Ottocento da Mario Vietti, ha iniziato a produrre vini sin dal 1919. Una figura fondamentale nello sviluppo della cantina Vietti è certamente rappresentata da Alfredo Currao, enologo che dagli anni Cinquanta ha selezionato e vinificato uve provenienti dai singoli vigneti, dando vita, nel 1961, ai primi “cru”: il Barolo Rocche e il Barbaresco Masseria. Non ci stupisce l’importanza riservata al Barolo e al Barbaresco, simboli del Piemonte e dell’Italia vitivinicola in tutto il mondo, maestosi biglietti da visita della grandezza del Nebbiolo. Ma il Piemonte è anche sinonimo di Barbera, altra eccellenza della produzione di Vietti, e di pregiati vini bianchi.

A tal proposito è doveroso ritornare alla figura di Alfredo Currao, soprannominato il “padre dell’Arneis” per aver riscoperto questa qualità di uva nel 1967 e per essere stato il primo a vinificarla in purezza. A distanza di alcuni decenni, l’Arneis è divenuto il vino bianco più importante delle Langhe e uno dei più apprezzati in tutta Italia.

Un’altra peculiarità della produzione di Vietti è rappresentata dalle etichette d’autore, pregevole iniziativa che ha coinvolto artisti del calibro di Gianni Gallo, Pietro Cascella, Pier Paolo Pasolini e tanti altri. La competenza e la lungimiranza degli uomini hanno saputo unirsi alle infinite potenzialità del Piemonte: così Vietti viene oggi considerato uno dei più autorevoli esponenti nel variegato mondo del vino e rappresenta nel modo migliore l’eccellenza delle bottiglie made in Italy.

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Anno

Paese

Regione

Vitigni

Gradazione