Vietti-Barbaresco DOCG. “RONCAGLIE MASSERIA” 2018

88,30

Le uve per questo vino provengono dal vigneto singolo MGA ‘Roncaglie’ nel comune di Barbaresco, da sempre riconosciuta come una delle zone più qualificate dell’omonima area di produzione. Il terreno è calcareo-argilloso (marne di Sant’Agata sabbiose), con esposizione a
sud-ovest, un’altitudine fra i 240 e i 280 m ca. slm. L’età media delle vigne è di circa 30 anni coltivate in sistema Guyot e una densità di circa 4.600 piante per ettaro.

Invecchiamento: Circa 30 mesi in botti grandi e barriques, solo in piccoli parti.

“Rubino granato brillante, di media densità. Naso ben marcato con note di lamponi e fragole maturi, un po’ di melograno e cuoio. Tannino vigoroso e sapido caratterizza il percorso al palato, molto frutto di ciliegia.” FALSTAFF

“Inizia con aromi terrosi che lasciano il posto a ciliegia, lampone e sapori saporiti di fieno ed eucalipto, con più frutta che emergono alla ribalta con il tempo nel bicchiere. Solidamente costruito, è denso, vivace e compatto con un finale mentolato.” WINE SPECTATOR

“Questo vino mostra per la prima volta il nome MGA “Roncaglie” sull’etichetta. Questo perché Vietti ha recentemente acquisito ulteriore terreno in questo cru. Le proprietà totali si estendono ora su due ettari di vigneto. Il Barbaresco Roncaglie Masseria 2018 è fatto come se fosse un Barolo (invece di un Barbaresco) e viene rilasciato un anno dopo i suoi coetanei. Presenta frutta aspra e mirtilli rossi secchi con qualche spezia delicata e fumo catramoso da due anni in grandi botti di rovere. Sono state prodotte esattamente 5.026 bottiglie.                          WINE ADVOCATE/ROBERT PARKER 

“Il Barbaresco Masseria Roncaglie 2018 è un vino accattivante, stratificato e pieno di carattere. Gli aromi effusivi creano una forte impressione di apertura. Petali di rosa, lavanda, salvia, arancia rossa e frutti a bacca rossa attraversano questo Barbaresco vibrante e concentrato. Il 2018 è affascinante e ricco di sfumature dall’inizio alla fine. Questa è la prima annata da una parcella che in precedenza apparteneva a Socré. È un debutto impressionante, per usare un eufemismo. Tutto ciò di cui questo Barbaresco nervoso ha bisogno è tempo.” VINOUS

Valutazioni: 

  • Wine Advocate:94 points
  • Vinous:95 points
  • Wine Spectator:93 points
  • Falstaff:92 points

Quando bere:  2024/2045

Disponibile

Descrizione

La cantina Vietti ha sede a Castiglione Falletto, nel cuore delle Langhe, una delle zone più vocate al mondo per la produzione di grandi vini. Fondata a fine Ottocento da Mario Vietti, ha iniziato a produrre vini sin dal 1919. Una figura fondamentale nello sviluppo della cantina Vietti è certamente rappresentata da Alfredo Currao, enologo che dagli anni Cinquanta ha selezionato e vinificato uve provenienti dai singoli vigneti, dando vita, nel 1961, ai primi “cru”: il Barolo Rocche e il Barbaresco Masseria. Non ci stupisce l’importanza riservata al Barolo e al Barbaresco, simboli del Piemonte e dell’Italia vitivinicola in tutto il mondo, maestosi biglietti da visita della grandezza del Nebbiolo. Ma il Piemonte è anche sinonimo di Barbera, altra eccellenza della produzione di Vietti, e di pregiati vini bianchi.

A tal proposito è doveroso ritornare alla figura di Alfredo Currao, soprannominato il “padre dell’Arneis” per aver riscoperto questa qualità di uva nel 1967 e per essere stato il primo a vinificarla in purezza. A distanza di alcuni decenni, l’Arneis è divenuto il vino bianco più importante delle Langhe e uno dei più apprezzati in tutta Italia.

Un’altra peculiarità della produzione di Vietti è rappresentata dalle etichette d’autore, pregevole iniziativa che ha coinvolto artisti del calibro di Gianni Gallo, Pietro Cascella, Pier Paolo Pasolini e tanti altri. La competenza e la lungimiranza degli uomini hanno saputo unirsi alle infinite potenzialità del Piemonte: così Vietti viene oggi considerato uno dei più autorevoli esponenti nel variegato mondo del vino e rappresenta nel modo migliore l’eccellenza delle bottiglie made in Italy.

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Anno

Paese

Regione

Vitigni

Gradazione

Formato