Bruno Giacosa – Barolo D.o.c.g. “LE ROCCHE DEL FALLETTO” Riserva 2001 Magnum

1.609,50

Da collezione privata, non fatturabile.

Le Rocche del Falletto riserva di Serralunga d’Alba di Bruno Giacosa è uno dei Barolo più iconici del Piemonte, acquisendo la stimata statura del Monfortino di Giacomo Conterno e del Granbussia di Aldo Conterno praticamente al suo debutto nell’annata 1997. Le Rocche del Falletto Riserva costituisce un piccolo appezzamento del cru Falletto di Giacosa, situato all’apice del vigneto. Questa speciale zona delimitata di terreni argillosi e calcarei racchiude le viti più antiche del cru, origine dell’imbottigliamento del Falletto Riserva di Giacosa ..

Prodotto solo nelle migliori annate, monumento all’enologia italiana che nasce da un prestigioso cru e matura in botte grande per 36 mesi e altrettanti in bottiglia.

.

Barolo classico prodotto nel cru che meglio esprime lo stile di Bruno Giacosa, ormai ultra-80enne negociant storico delle Langhe. Da uve di proprietà (i vini da uve acquistate vengono imbottigliati come az. Bruno Giacosa) e assaggiato dopo un Le Rocche del Falletto 2007 già importante di suo (in commercio dal 2013), la Riserva 2001 presenta tutta l’ampiezza del bagaglio olfattivo di un Barolo mastodontico: frutta sotto spirito, marmellata di prugne, tartufo, liquirizia, pietra focaia (per Bruno Giacosa, IL descrittore del Falletto), funghi, chiodi di garofano, ginepro e cardamomo, cioccolato, cola, china. Un naso sovrumano e debordante nella sua ampiezza composta. Il sorso è pieno, soddisfacente, profondo e dettagliato. I tannini dolci e infiltranti prolungano la persistenza del succo e insieme alle retrolfazioni viene anche un po’ di pelle d’oca. 99/100+, a memoria non ricordo un vino più profondo di questo.

 

Valutazioni:      Wine Spectator  97/100          Robert Parker   97/100         

Quando bere: 2021/2051

Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

 

Solo 1 pezzi disponibili

Descrizione

Bruno Giacosa è uno dei grandi maestri della viticoltura nelle Langhe, un successo che deriva da una grande passione per il territorio e per i vitigni autoctoni, in particolare il Nebbiolo, e un meticoloso lavoro in vigna e in cantina per ottenere il massimo livello qualitativo dei vini. Ha sempre acquistato e poi coltivato le migliori uve, selezionate accuratamente, e il vino non viene imbottigliato se l’annata non soddisfa! Il suo approccio è preciso e tradizionale, ed i suoi vini sempre sublimi e incomparabili, bevuti in tutto il mondo e riconosciuti dai critici mondiali come le massime espressioni delle Langhe.

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Vitigni

Anno

Paese

Regione

Formato