• Coppo – Piemonte Doc. “MONTERIOLO” 2015

    60,50

    Lo Chardonnay, in Piemonte, non è come molti credono un’introduzione moderna. La sua presenza è attestata a partire dalla prima metà dell’Ottocento grazie all’intraprendenza di Filippo Asinari, Conte di san Marzano e Costigliole ed importante figura politica-militare. Al suo rientro dalla Francia, dove aveva collaborato al fianco di Napoleone, portò con sé alcune barbatelle di Chardonnay dalla famosissima vigna di Montrachet per metterle a dimora a Costigliole. La loro presenza sul territorio ancora perdura perché la composizione del nostro suolo e il microclima a loro congeniale ne ha permesso il radicarsi. Il “Monteriolo” di Coppo dimostra che lo chardonnay coltivato in piemonte dà importanti risultati, in termini di qualità. Le uve fermentano in barriques svolgendo la malolattica, e qui continuano ad affinare per altri nove mesi sui lieviti. Il risultato è splendido, con una bottiglia intensa, complessa, calda e morbida, perfetta dimostrazione dell’artigianalità di un’azienda che trae spunto dal passato per tracciare il percorso del successo futuro.

    Nel bicchiere ha un colore giallo paglierino, con sfumature tendenti al verde. I profumi al naso richiamano sentori erbacei, mescolati a note di pesca bianca, scorza di limone, mango e nuances minerali. In bocca è strutturato, corposo, caratterizzato da una fresca mineralità; chiude con un finale lungo, in cui si ritrovano sapori fruttati.

    Valutazioni:    Non ci sono ancora recensioni critiche per questa annata.

    Quando bere:     2019/2025 +

  • Torraccia del Piantavigna – Ghemme DOCG. ” VIGNA PELIZZANE ” 2011

    43,30

    Le uve per il Vigna Pelizzane derivano dall’ettaro di maggior pregio del vigneto omonimo, il migliore dell’azienda. Sono state curate separatamente fin dall’inizio della stagione: con un’attenzione particolare, un diradamento che lascia pochissimi grappoli per pianta, una vendemmia manuale e una vinificazione e invecchiamento esclusivi.

    Dopo il successo del primo cru nel 2010, questo millesimo ha raccolto i massimi premi da tutte le guide.

    Invecchiamento= 4 anni in botti di rovere francese
    Affinamento= 6 mesi in bottiglia

    Al naso si presenta intenso e fine con sentori di viola, spezie orientali e rosa appassita con piacevoli accenni ferrosi. Al palato è sontuoso e vibrante con tannini che mostrano la loro nobiltà e grande fattura, corpo potente e armonico, finale lungo e appagante.

    Questo millesimo rappresenta, se possibile, un ulteriore perfezionamento in eleganza e armonia rispetto al già eccezionale cru del 2010.
    Un nebbiolo in purezza di gran stoffa, armonico e appagante.

    Valutazioni=  Gambero Rosso  3 Bicchieri rossi     Ais Vitae   4 viti rosse

    Quando bere=    2018/2028

  • Torraccia del Piantavigna – GHEMME DOCG. 2015

    22,90

    In quest’area limitata ci sono soltanto poco più di 60 ettari di vigneti pregiati.
    Le particolari condizioni climatiche e soprattutto l’ampia escursione termica tra il giorno e la notte, per via dei venti freddi che scendono dal Monte Rosa, determinano la variabilità aromatica di quest’uva.

    Il suolo argilloso e l’esposizione ad Ovest delle colline di Ghemme creano un vino unico, conosciuto negli anni per la sua ricchezza, la pienezza di sapore e la sua tendenza ad incantare anche dopo numerosi anni.

    Invecchiamento= Per almeno 3 anni in botti di rovere francese
    Affinamento= 6 mesi in bottiglia

    Colore rosso rubino con riflessi aranciati.
    Profumo delicato con note di viola e liquerizia.
    In bocca i tannini sono morbidi, ma il vino ne conserva l’impronta con il passare degli anni.

    Sebbene sia pronto per il consumo già dopo circa 5 anni, questo vino ha un’eccezionale longevità.

    Falstaff
    Annata 2015 degustata: ottobre 2021
    Rosso granato ricco, leggermente velato. Al naso finemente tirato si apre a ciliegie mature, rosa canina e fichi secchi, al secondo profumo di liquirizia e anche qualcosa di tartufo. All’inizio si sviluppa potentemente, intrecciato con una buona presa nei tannini, fitto, ma succoso e con una certa finezza, finendo potentemente con rosmarino e amarena.

    Recensioni=  Falstaf   92/100

    Quando bere=    2022/2032

  • Philipponat – Champagne Blanc de Noirs Extra Brut 2015 (astucciato)

    79,00

    100% Pinot Noir provenienti dalla Montagna di Reims e dai vigneti di Mareuil-sur-Ay e Ay. Prima torchiatura di uve raccolte esclusivamente nei Premier e Grand Cru. Vinificazione tradizionale senza ossidazione prematura. Fermentazione malolattica parziale per i vini in vasche inox, vinificazione senza malolattica dei vini elaborati in legno (50%). Dosage Extra Brut (4,25 g/l). Invecchiamento da 5 a 7 anni per ottenere la maggior complessità del vino e lasciar fuoriuscire gli aromi secondari e terziari caratteristici dell’invecchiamento prolungato sui lieviti. Colore oro chiaro. Naso fresco e raffinato, con aromi fruttati: pera, mela e agrumi con un tocco di bergamotto. Evolve poi su note speziate e affumicate. In bocca note fruttate di pera e scorza d’arancia confit. Finale speziato di pepe bianco. Bella mineralità.

    Valutazioni:  Wine Enthusiast   95/100

  • Ciacci Piccolomini d’Aragona – Brunello di Montalcino Riserva DOCG. “VIGNA di PIANROSSO SANTA CATERINA d’ORO” 2015

    118,40
    Come è normale, la tipologia Riserva di ogni vino viene prodotta solamente nelle migliori annate. Questo Brunello è ottenuto da uve, rigorosamente e manualmente selezionate, raccolte nel cru del vigneto di Pianrosso. E’ già buonissimo ora, ma se dimenticato per qualche anno in cantina non deluderà di certo le aspettative.
    INVECCHIAMENTO: In botti di rovere di Slavonia da 7,5 a 30 hl per oltre 3 anni ed un affinamento in bottiglia superiore a 12 mesi
    • COLORE: Rosso rubino tendente al granato.
    • PROFUMO: Profumi intensi, ampi e complessi. Fruttato, speziato, talvolta etereo: le note di frutta matura a bacca rossa si armonizzano piacevolmente con molteplici speziature
    • ABBINAMENTI: Adatto ad accompagnare principalmente secondi piatti di carni in salmì, arrosti e selvaggina da pelo. Appropriato con formaggi molto stagionati o degustato solo come vino da meditazione.
    • SAPORE: Al palato è caldo,armonico con tannini pronunciati ; un vino di corpo con lunga persistenza gusto-olfattiva che potrà ancora evolversi con un lungo invecchiamento in bottiglia.
    .
    Valutazioni:
    .               Robert Parker  97/100     James Suckling   100/100    Wine Spectator  97/100
    .                     Raffaele Vecchione    99/100     Wine Enthusiast     97/100
    .
    Quando bere:    2024/2045

     

  • Giacomo Conterno – Barolo DOCG. Riserva “MONFORTINO” 2015 Magnum

    2.758,50

    La punta di diamante dell’enologia italiana. Il leggendario Barolo Riserva Monfortino delle cantine Giacomo Conterno è il fiore all’occhiello di tutta la nostra produzione. L’unica etichetta italiana in grado di competere con le quotazioni delle più blasonate bottiglie francesi, confermandosi come una vera asset allocation per chi intende il vino come investimento alternativo alla Borsa Valori.

    Ma, ovviamente, oltre a rappresentare un importante investimento, il Monfortino è la perfezione nel bicchiere, da bere almeno una volta nella vita. Figlio di una solida quanto semplice filosofia produttiva: secondo Roberto Conterno (nipote del fondatore Giacomo) il buon vino necessita solo di maturità, tempo e travasi. Proveniente dal mitico vigneto Francia, è prodotto solo in grandi annate e viene messo in commercio dopo otto anni di maturazione. Un vino monumentale ed emozionante, il capolavoro assoluto dell’enologia italiana.

     

    Valutazioni:   Robert Parker  98/100    Cellar Tracker  98/100

    Quando bere:   2026/2055

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

  • Giacomo Conterno – Barolo DOCG. Riserva “MONFORTINO” 2015

    1.204,80

    Max 1 Bottiglia per cliente

    La punta di diamante dell’enologia italiana. Il leggendario Barolo Riserva Monfortino delle cantine Giacomo Conterno è il fiore all’occhiello di tutta la nostra produzione. L’unica etichetta italiana in grado di competere con le quotazioni delle più blasonate bottiglie francesi, confermandosi come una vera asset allocation per chi intende il vino come investimento alternativo alla Borsa Valori.

    Ma, ovviamente, oltre a rappresentare un importante investimento, il Monfortino è la perfezione nel bicchiere, da bere almeno una volta nella vita. Figlio di una solida quanto semplice filosofia produttiva: secondo Roberto Conterno (nipote del fondatore Giacomo) il buon vino necessita solo di maturità, tempo e travasi. Proveniente dal mitico vigneto Francia, è prodotto solo in grandi annate e viene messo in commercio dopo otto anni di maturazione. Un vino monumentale ed emozionante, il capolavoro assoluto dell’enologia italiana.

     

    Valutazioni:  Robert Parker  98/100    Cellar Tracker  98/100

    Quando bere:   2026/2055

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

  • La Barbatella-Monferrato Rosso DOC. “SONVICO” 2015

    31,20

    Da questo matrimonio tra i vigneti più vecchi di Barbera e di Cabernet Sauvignon nasce un vino austero, strutturato, complesso ed intrigante, che tanti premi e soddisfazioni ha portato alla Cascina La Barbatella. Il tannino deciso del cabernet e la fresca struttura della barbera uniti ad un lungo invecchiamento in cantina donano un vino che sa concedersi appieno ai suoi ammiratori solo dopo i dovuti anni di invecchiamento, ma che sa diventare eterno ed è da sempre un qualcosa di speciale per noi, in quanto racchiude in se i ricordi e la storia della nostra azienda fin dalle sue origini.

    Affinamento | da 20 a 24 mesi in barriques di rovere francese di media tostatura, sei mesi in acciaio inox
    Affinamento in bottiglia prima dell’immissione al consumo | 12-18 mesi

    Al calice rosso rubino compatto e intenso . Sentori di frutti di bosco, visciole sotto spirito e confettura di mirtilli: il bouquet olfattivo è ben delineato in apertura, poi caratterizzato da sfumature di humus e da nuance floreali di rosa e peonia. Il sorso è ben bilanciato in tutte le componenti, equilibrato nella trama tannica, ben lavorato nella spalla acida e gradevolmente sapido. Ottima la lunghezza.

     

    Valutazioni:    Non ci sono ancora recensioni critiche per questa annata.

    Quando bere:  No info

  • Accornero – Barbera del Monferrato Superiore DOCG. Riserva della Casa “C I M A ” 2015

    40,50

    L’Accornero Cima Riserva della Casa DOCG è l’ultima selezione di Barbera di Accornero. Il Bricco Battista promette la massima qualità, ma la Barbera Cima da vendemmia tardiva è ancora un aumento di frutto e corpo. Le uve provengono tutte dalla zona di Cima e vengono raccolte molto mature. Si compone di uve Barbera in purezza, varietà tipica della tradizione viticola locale. La fermentazione alcolica si innesca spontaneamente e si svolge in contenitori di acciaio. Il vino affina in tonneaux di rovere francese per la durata di 36 mesi e ulteriori 24 mesi in bottiglia. Viene prodotto solo nelle migliori annate.

    La sua tonalità è rossa rubino, concentrata in una tinta impenetrabile. La complessità, al naso, si apre in un ventaglio di frutta rossa, mora, fiori, liquirizia e note tostate che ricordano il caffè ed il cacao amaro. In bocca è dominato da una freschezza ben presente ma di grande finezza, gemellata con un tannino elegante ed integrato al corpo.

    Valutazioni:      Non ci sono ancora Valutazioni per  questa annata.

    Quando bere:  No info

  • ESAURITO

    Collemassari – Tenuta San Giorgio – Brunello di Montalcino Docg. “UGOLFORTE” 2015

    27,00
    Ugolforte è il nome di un famoso bandito, che condusse gli abitanti di Montalcino contro le forze di occupazione nel XII secolo.
    Questo vino è prodotto da vigneti di età media 20-25 anni, posti tra i 250 ed i 400 metri sul livello del mare, a Castelnuovo Dell’Abate, nella zona Sud-Est di Montalcino. Il terreno è povero e roccioso, composto prevalentemente da argilla e tufo, miste ad arenarie e galestro a diverse altitudini. La viticoltura si basa su metodi rispettosi dell’ambiente, che consentono una bassa produzione spontanea ed equilibrata delle uve, interamente raccolte a mano e accuratamente selezionate. La vinificazione è in tini di rovere, con fermentazioni spontanee guidate da lieviti indigeni e lunghe macerazioni. Affinamento per 42 mesi in botti di rovere di Slavonia da 30 hl. L’affinamento avviene in botti di rovere da 30 hl per 48 mesi e in bottiglia per 8 mesi. Il Brunello di Montalcino DOCG di Poggio di Sotto non viene filtrato prima dell’imbottigliamento.
    Note di fragole selvatiche, cuoio, legno di cedro e bucce di mandarino secco. Ricco, elegante e ben bilanciato al palato, i tannini sono equilibrati e delicati, e creano una struttura matura e complessa. Un vino puro ed invitante dal gusto fragrante ed un gran potenziale.
    Ottimo rapporto qualità/prezzo.
    .
    Valutazioni:  Robert Parker   93/100      James Suckling   94/100     Wine Spectator   94/100
    .
    Quando bere:    2021/2031

     

  • Elio Altare – Barolo Docg. “CERRETTA VIGNA BRICCO” Riserva 2015

    113,10

    Il Barolo Cerretta Vigna Bricco 2015 è un pregiato vino piemontese prodotto da Elio Altare . È ottenuto da uve Nebbiolo provenienti da viti di 20 anni provenienti dall’omonimo Cru sito in Serralunga d’Alba, che crescono su un terreno composto da marne argilloso-calcaree con esposizione ad est.

    Secondo la filosofia di Elio Altare, anche questa etichetta viene prodotta con interventi minimi sia in vigna, dove le rese sono molto basse, sia in cantina. Nello stile dei grandi vini francesi, Elio preferisce invecchiare il vino in barrique piuttosto che nelle tradizionali botti grandi, in una perfetta fusione di tradizione e innovazione. La macerazione sulle bucce nei rotatori fermentativi avviene a temperatura controllata per 4/5 giorni, a cui segue un affinamento in barriques francesi (30% nuove) per 24 mesi.

    .
    Colore: rosso rubino vivo con riflessi granato
    Profumo: note di spezie, liquirizia, tabacco, balsamico e mentolato
    Sapore: caldo, tannini potenti e strutturati
    .

    Valutazioni:      Non ci sono ancora Valutazioni per questa annata.

    Quando bere:  No info

  • ESAURITO

    Monte Rossa – Franciacorta Docg. “SALVADEK Extra Brut” 2015

    27,20

    (no astuccio)

    Carattere deciso per uno spumante che si fa sentire e che, non a caso, ha nel nome la parola “salvàdek” : in dialetto bresciano significa “selvaggio”. Viene realizzato nelle migliori annate, solo con uve accuratamente selezionate e provenienti dai vigneti più vecchi e meglio esposti dell’azienda. E’ prodotto con uve Chardonnay 95% e vino di riserva al 5%. La fermentazione dei mosti avviene in parte in vasche d’acciaio e in parte in fusti di rovere. L’affinamento sui lieviti dura per oltre 40 mesi. Ecco perchè è un Franciacorta mordace e dalla forte personalità. Prodotto con il 95% di Chardonnay e il 5% di vini di riserva.

    Colore: giallo paglierino.

    Al naso: intenso complesso con un ventaglio di profumi aperti di pasticceria (torrone, burro, caramella, pralina) e bergamotto. A seguire
    note di miele, frutta secca e moka. Chiusura con finale lungo che richiama il tabacco secco, il tè ed il tiglio.

    In bocca: bella struttura con bilanciata sapidità e freschezza, rotondo sapido e di grande persistenza.

     

     

  • Monte Rossa – Franciacorta Docg. “SALVADEK Extra Brut” 2015 Magnum

    70,90

    Carattere deciso per uno spumante che si fa sentire e che, non a caso, ha nel nome la parola “salvàdek” : in dialetto bresciano significa “selvaggio”. Viene realizzato nelle migliori annate, solo con uve accuratamente selezionate e provenienti dai vigneti più vecchi e meglio esposti dell’azienda. E’ prodotto con uve Chardonnay 95% e vino di riserva al 5%. La fermentazione dei mosti avviene in parte in vasche d’acciaio e in parte in fusti di rovere. L’affinamento sui lieviti dura per oltre 40 mesi. Ecco perchè è un Franciacorta mordace e dalla forte personalità. Prodotto con il 95% di Chardonnay e il 5% di vini di riserva.

    Colore: giallo paglierino.

    Al naso: intenso complesso con un ventaglio di profumi aperti di pasticceria (torrone, burro, caramella, pralina) e bergamotto. A seguire
    note di miele, frutta secca e moka. Chiusura con finale lungo che richiama il tabacco secco, il tè ed il tiglio.

    In bocca: bella struttura con bilanciata sapidità e freschezza, rotondo sapido e di grande persistenza.

     

     

  • ESAURITO

    Monte Rossa – Franciacorta Docg. “SALVADEK Extra Brut” 2015 (astucciato)

    31,60

    (Con astuccio)

    Carattere deciso per uno spumante che si fa sentire e che, non a caso, ha nel nome la parola “salvàdek” : in dialetto bresciano significa “selvaggio”. Viene realizzato nelle migliori annate, solo con uve accuratamente selezionate e provenienti dai vigneti più vecchi e meglio esposti dell’azienda. E’ prodotto con uve Chardonnay 95% e vino di riserva al 5%. La fermentazione dei mosti avviene in parte in vasche d’acciaio e in parte in fusti di rovere. L’affinamento sui lieviti dura per oltre 40 mesi. Ecco perchè è un Franciacorta mordace e dalla forte personalità. Prodotto con il 95% di Chardonnay e il 5% di vini di riserva.

    Colore: giallo paglierino.

    Al naso: intenso complesso con un ventaglio di profumi aperti di pasticceria (torrone, burro, caramella, pralina) e bergamotto. A seguire
    note di miele, frutta secca e moka. Chiusura con finale lungo che richiama il tabacco secco, il tè ed il tiglio.

    In bocca: bella struttura con bilanciata sapidità e freschezza, rotondo sapido e di grande persistenza.

     

     

  • Giacomo Conterno – Barolo DOCG. “FRANCIA” 2015 Magnum

    748,20

    Il Barolo FRANCIA viene prodotto con le uve provenienti dal vigneto Francia!!! Perché vi dico questo, parrebbe scontato. ma così non è, perché nello stesso vigneto nasce il Re dei Baroli o il Barolo dei re, il Monfortino.

    Questo vino si presenta nel bicchiere di un bel colore rosso rubino, con riflessi granati. Al naso è estremamente complesso con aromi di ciliegia e piccoli frutti di bosco accompagnati da note balsamiche di liquirizia e menta, di tostatura e di cuoio. Il sorso è affascinante e potente, con una lunga persistenza ed una grande propensione all’invecchiamento. L’azienda produce il suo Barolo Francia con lieviti naturali, fermentazione a temperatura controllata e una lunga macerazione di 3-4 settimane; successivamente il vino matura in grandi botti di Slavonia e in bottiglia per un totale di quattro anni.

    Valutazioni
    Wine Spectator   97/100           Robert Parker   97/100      

    Quando bere:  2023/2065

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

  • Giacomo Conterno – Barolo DOCG. “FRANCIA” 2015

    324,60

    Max 1 Bottiglia per cliente

    Il Barolo FRANCIA viene prodotto con le uve provenienti dal vigneto Francia!!! Perché vi dico questo, parrebbe scontato. ma così non è, perché nello stesso vigneto nasce il Re dei Baroli o il Barolo dei re, il Monfortino.

    Questo vino si presenta nel bicchiere di un bel colore rosso rubino, con riflessi granati. Al naso è estremamente complesso con aromi di ciliegia e piccoli frutti di bosco accompagnati da note balsamiche di liquirizia e menta, di tostatura e di cuoio. Il sorso è affascinante e potente, con una lunga persistenza ed una grande propensione all’invecchiamento. L’azienda produce il suo Barolo Francia con lieviti naturali, fermentazione a temperatura controllata e una lunga macerazione di 3-4 settimane; successivamente il vino matura in grandi botti di Slavonia e in bottiglia per un totale di quattro anni.

    Valutazioni
    Wine Spectator   97/100           Robert Parker   97/100      

    Quando bere:  2023/2065

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

  • ESAURITO

    Petrolo – Val d’Arno di Sopra Doc.. “GALATRONA” 2015

    134,20

    Galatrona è il “Grand-Cru” di Merlot di Petrolo, proveniente dall’omonimo vigneto piantato tra la fine degli anni ottanta e la metà degli anni novanta con cloni bordolesi di bassa vigoria. Il particolare terreno che abbiamo, di medio impasto ricco di argilla con galestro, alberese e arenaria permette la concentrazione di tutte le componenti nobili dell’uva, fondamentali per le caratteristiche di grande strutturaeleganzaequilibrio e persistenza, volute per questo vino.

    Falstaff
    Annata 2015 Degustata: Aprile 2018
    Rubino ricco, scuro, quasi nero nel cuore. Naso seducente, pieno di more, viole e cassis, fine spezia di legno di cedro in sottofondo cardamomo. Molto succoso alla base e al corso, mostra molto frutto presente, all’inizio sembra quasi troppo morbido, poi si apre nel corso posteriore con molto tannino presente, a maglia fine, si accumula in molti strati, un vino che ti dà sempre di più.

    Valutazioni:

    Falstaff  98/100      Robert Parker   95/100

    .

    Quando bere:    2019/2035

     

  • ESAURITO

    Pelissero – Barbera d’Alba Doc. “TULIN” 2015

    27,50

    Vino ricco e complesso prodotto utilizzando piante messe a dimora nel 2004 su una superficie di circa 1,5 ettari. La scelta di cloni poco produttivi, l’uso di un porta innesto poco vigoroso come la Rupestris du Lot, la magnifica collocazione pedoclimatica di cui gode la vigna Tulin e la grande attenzione al vigneto hanno permesso di arrivare in poco tempo ad un risultato insperato.

    Accurata selezione in vigneto con doppio diradamento (vendemmia verde) e successiva vendemmia manuale. Ulteriore tavolo di selezione in cantina prima della diraspapigiatura. Fermentazione con macerazione per circa 15 giorni. Affinamento di due anni in legno piccolo e successivamente per un anno in bottiglia.

    Vino ricco e complesso in cui le grandi caratteristiche della Barbera vengono esaltate dal perfetto connubio tra varietà e terreno. Colore rosso rubino carico, quasi bluastro violaceo, con una grande viscosità. Al naso si presenta con le classiche note di frutta cotta, lampone, mirtillo rosso e la vena dolce, eterea che liberano gli alcol trivalenti. Bocca sapida, piena, minerale, acida, tannica, avvolgente che solo i grandi vitigni nelle grandi annate riescono ad esprimere.

    Valutazioni:      Antonio Galloni    92/100      Wine Spectator   90/100

    Quando bere:   2019/2025

  • Tenuta dell’Ornellaia – Toscana Igt. “MASSETO” 2015

    1.195,60

    Max. 1 bt. per cliente

    Il Masseto è uno dei vini Supertuscan più famosi, prodotto interamente da Merlot . È prodotto dalla Tenuta dell’Ornellaia ed è noto per la sua complessità aromatica, frutto opulento e struttura tannica, ed è costantemente considerato uno dei migliori vini al mondo con prezzi d’asta da abbinare. E’ classificato IGT Toscana .

    Il sito di 6,6 ettari (16,3 acri), un’ex cava di argilla, è stato identificato dal famoso enologo André Tchelistcheff come avente un grande potenziale per il Merlot. Ciò è dovuto al suo elevato contenuto di argilla compatta, in particolare nella porzione centrale, con suoli più sassosi e sabbiosi nelle porzioni superiore ed inferiore. Il vigneto è gestito in piccoli appezzamenti e, nonostante le sue modeste dimensioni, la vendemmia può richiedere fino a un mese.

    La fermentazione e la macerazione durano in genere circa 25 giorni, a piacimento, a seconda della qualità del frutto, dopodiché i vini vengono trasferiti in barriques 100% nuove di rovere francese per la fermentazione malolattica. I vini trascorrono 12 mesi in rovere prima di essere assemblati, dopodiché il blend finale trascorre altri 12 mesi in rovere prima di essere imbottigliato. Tenuta dell’Ornellaia è senza dubbio una delle proprietà blue-chip d’Italia. La splendida e tentacolare tenuta si trova a Bolgheri nella Maremma Toscana.

    NOTE DI DEGUSTAZIONE: La regolarità dell’annata, insieme alle temperature ideali durante la vendemmia, si riflettono in un classico Masseto, con un perfetto equilibrio tra espressione aromatica matura e complessa di grande freschezza e una rara qualità di tannini ampi, setosi e morbidi. Di colore scuro e intenso e ricco di aromi con note di frutti rossi pienamente maturi e speziate, balsamiche e di cacao. In bocca diventa sensuale e ricco, con una grande densità e tannini ampi e perfettamente morbidi. Le note fruttate sono sottolineate dalla sottile presenza del legno di rovere, terminante in un finale fresco e vivido con pronunciati sentori di cacao.

     

    Valutazioni:  Wine spectator   98/100    Robert Parker  100/100      Falstaff    100/100

    .                     James Suckling  99/100      Cellar Tracker   97/100

    Quando bere:   2019/2050

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

  • ESAURITO

    Tenuta dell’Ornellaia – Bolgheri Doc. Superiore Rosso “ORNELLAIA” 2015 Etichetta d’Autore Sp. Ed. “IL CARISMA”

    341,60

    “Ornellaia” è un prestigioso capolavoro enologico, simbolo per eccellenza del vino made in Italy. Proviene da Bolgheri, meraviglioso angolo di Toscana che ha stregato artisti e personalità di ogni tempo e che si è reso celebre per essere una terra in cui il taglio bordolese regala prodotti di straordinaria finezza e personalità. Tutto questo, infatti, è Ornellaia, vino più rappresentativo di Tenute dell’Ornellaia. Esso vuole essere la sintesi perfetta tra l’eleganza, che da sempre definisce la cantina e i suoi prodotti, e lo stile dell’annata. L’imperativo della cantina è la qualità, che si traduce in un’accuratissima attenzione ai dettagli. Solo così possono nascere dei Supertuscan che svettano, in Italia e nel mondo, per precisione e classe.

    Il Bolgheri Rosso Superiore “Ornellaia” è un taglio bordolese, ripartito in Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot. La raccolta delle uve viene realizzata a mano ed è preceduta da numerose analisi e veri e propri assaggi degli acini, al fine di valutare al meglio il grado di maturazione e l’equilibrio delle componenti. Ciò permette di operare una prima selezione già in vigna, seguita poi da una doppia cernita in cantina. Le uve vengono vinificate separatamente in base al cru di provenienza, così da poter realizzare il taglio più espressivo di “Ornellaia”. La fermentazione alcolica si svolge in tini di acciaio inox, mentre quella malolattica avviene principalmente all’interno di barrique di rovere. Dopo un primo affinamento di 12 mesi in barrique viene creata la cuvee, successivamente reintrodotta in legno per ultimare l’affinamento con altri 6 mesi circa. La maturazione in bottiglia richiede altri 12 mesi di paziente attesa.

    “Come per le persone di grande “Carisma” i vini delle grandi annate sanno imporsi in modo naturale senza forzature, il loro equilibrio gli permettere di brillare senza avere bisogno di ostentare. L’annata 2015 rispecchia perfettamente questo tratto caratteriale. Nato in una stagione vendemmiale particolarmente bilanciata, Ornellaia 2015 rappresenta una delle grandi versioni di quest’etichetta. Il consueto colore intenso indica un vino di grande struttura e intensità, l’olfatto segue con un fruttato allo stesso tempo maturo e fresco, sottolineato da classiche note balsamiche e speziate. Al palato è ricco, denso e ampio, con un’eccezionale tessitura tannica, fitta e vellutata, di grande raffinatezza, che si allarga in tutta la bocca. Il lungo finale si conclude con una sensazione di fermezza e note finemente speziate. Axel Heinz – Maggio 2017

    Valutazioni:            James Suckling  98/100     Robert Parker   93/100 

    .                               Antonio Galloni   98/100     Wine Spectator   97/100

    Quando bere:   2018/2040

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.