ESAURITO

BIONDI SANTI – Brunello di Montalcino Docg. Tenuta “GREPPO” Annata 1998

177,70

Il Brunello di Montalcino Biondi-Santi è il primo Brunello nella storia e incarna da 150 anni la visione che nell’ottocento ispirò Clemente Santi nella creazione della sua prima espressione. E’ oggi come allora un vino distinto, dalla personalità complessa e raffinata.

L’ANNATA 1998
Un inverno non molto freddo seguito da una primavera piovosa. Luglio ed agosto caldi e secchi. Inizio settembre piovoso, mentre la seconda decade non ha avuto nessuna precipitazione. Vendemmia asciutta iniziata il 21 settembre.
LA PROVENIENZA
Il Brunello 1998 è stato prodotto con il clone di Sangiovese Grosso BBS11 (Brunello Biondi Santi 11), individuato e selezionato da Biondi-Santi alla Tenuta Greppo negli anni settanta. Per questo Brunello sono state utilizzate uve provenienti dalle vigne con età compresa tra i 10 e i 25 anni.
L’AFFINAMENTO
Il Brunello 1998 è stato affinato 3 anni in botti di rovere di Slavonia. Ha potuto beneficiare di un lunghissimo invecchiamento in bottiglia.
GRADO ALCOLICO
13,5%
Rosso granato chiaro, rubino sull’unghia. Al naso esprime la quintessenza del Brunello di Montalcino più tradizionale ed aristocratico grazie a note di piccoli frutti rossi passiti, di viola, di tabacco, di muschio e di goudron. Una traccia balsamica apre ad un assaggio unico per armonia ed equilibrio. Intenso, lunghissimo, è caratterizzato da una trama tannica di incredibile precisione che fa da contrasto ad un palato caldo, fine, ancora fresco e reattivo. Elegante come nessun altro, chiude con un finale unico per pulizia e persistenza

 

ESAURITO

Descrizione

“Trascorrere la propria vita lavorando in mezzo alla natura, in questo paese Benedetto da Dio, è meraviglioso.”
Franco Biondi Santi

Accade raramente che le origini di un vino possano essere riconducibili ad un solo uomo. Il Brunello di Montalcino, tuttavia, deve la sua esistenza all’inventiva di Celemente Santi e il suo nipote Ferruccio Biondi Santi che nel 900 cominciarono a vinificare in purezza il Sangiovese Grosso a Montalcino.

Dal 1888, la prima annata di Brunello nella storia, Biondi-Santi ha continuato a produrre vini rinomati per la loro eleganza e straordinaria longevità.

Nessun compromesso. Un’accurata cura dei dettagli ed un’artigianalità d’eccellenza accompagnano il Brunello Biondi Santi che viene prodotto con uve selezionate a mano nei vigneti di proprietà. In cantina viene fermentato in tini di cemento con uso di lieviti indigeni e trascorre l’invecchiamento in grandi botti di rovere di Slavonia, come vuole la tradizione.

Nessun’altra cantina in Italia è così intimamente legata alle origini, alla storia e a tutto il percorso della propria denominazione come Biondi Santi al Brunello di Montalcino. Un racconto che affonda le proprie radici nell’Ottocento con le prime prove di vinificazione da parte di Clemente Santi, colui che dedicò gran parte della sua vita allo studio del sangiovese e che vide premiato il suo Brunello all’Esposizione Universale di Parigi del 1867. Un cammino che da allora non si è più fermato e che ha consacrato la cantina come indiscussa leader di tutta la zona, esempio di tradizione a cui tutti guardano ancora oggi con ammirazione. I vini che escono ogni anno dalla Tenuta Greppo sono infatti ancora oggi considerati come alcuni dei più grandi vini del mondo, modelli di eleganza e di longevità.

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Anno

Vitigni

Gradazione

Paese

Regione

Formato