Lis Neris – Friuli Isonzo Doc. Sauvignon Blanc “PICOL“ 2017

22,60

Il Sauvignon Blanc è un vitigno internazionale coltivato in molte aree del mondo. Le due scuole (zone) di riferimento sono francesi; la valle della Loira che produce Sauvignon particolarmente aromatici, sapidi e minerali e la zona di Bordeaux che vinifica questo vitigno spesso in assemblaggio con il Semillon conferendogli struttura e corpo. In entrambi i casi l’eleganza e la finezza sono propri solo dei vini migliori.
La riva destra dell’Isonzo, con i suoi suoli caldi e sassosi, decisivi per una struttura superiore, ed un clima favorito nello sbalzo termico dalla ventilazione di origine balcanica e dagli influssi mediterranei per la vicinanza al mare, è un sito di grande potenzialità per percorrere quella che si può chiamare ”la via friulana al Sauvignon Blanc”.

Le selezioni sono prodotte con le uve dei nostri vigneti “storici”, vinificate separatamente in base alla varietà e al vigneto di provenienza. La fermentazione e maturazione avviene in botti di rovere francese da 500 lt (tonneau) per aumentare la loro ampiezza aromatica senza modificarne le caratteristiche di origine.

Annata di tutto rispetto per questo vitigno. La “Via friulana al Sauvignon Blanc” è esaltata per la combinazione aromatica e strutturale. Un vino per collezionisti. A tutto pasto, perfetto per accompagnare piatti ricchi a base di pesce e formaggi freschi.

  • Potenziale d’invecchiamento: 20 anni

“Il Friuli Isonzo Sauvignon Blanc Picol è di incredibile valore […]”
M.L. Wine Advocate, Robert Parker USA

Valutazioni:    Falstaff   93/100      Antonio Galloni   91/100      Robert Parker   93/100

Quando bere:   2021/2029

 

Disponibile

Descrizione

Siamo a Gorizia, una delle città di confine più affascinanti e contese d’Europa, nonché luogo capace, grazie a un melting pot culturale unico, di esprimere prodotti di grande spessore caratteriale.  Le radici di Lis Neris affondano nelle quattro generazioni precedenti, con la data della nascita della cantina che è da far risalire all’anno 1879, è anche vero che l’anno della svolta è stato il 1981, momento in cui ha iniziato a prendere forma una nuova mentalità produttiva, volta al raggiungimento di una qualità superiore, Il merito è tutto di Alvaro Pecorari, proprietario e anima di questa cantina così importante. La cantina Lis Neris  riesce ad esprimere al meglio le caratteristiche uniche del terroir goriziano, segnato dal vento freddo di bora, da suoli ciottolosi chiamati localmente ‘claps’, da importanti sbalzi termici e da tradizioni che traggono continuamente nuova linfa vitale dal melting pot culturale di questa landa di confine. I 74 ettari di vigneto crescono nella parte più vocata di un piccolo altopiano formato da ghiaie trascinate a valle dallo scioglimento dei ghiacciai. La vicinanza del mare e i freschi venti balcanici regalano la perfetta escursione termica, indispensabile per ottenere i grandissimi vini bianchi. Tra i filari, le varietà autoctone si alternano a quelle internazionali, per cui si incontrano il cabernet sauvignon e il friulano, il sauvignon blanc e il merlot, il pinot grigio e lo chardonnay, il gewürztraminer e il riesling: uve che arrivano a prendere i nomi di “Gris”, “Picol”, “Jurosa” e “Confini”, senza tralasciare i due Metodo Classico Brut ed Extra Brut. I vini Lis Neris nascono solo dai vigneti di proprietà della famiglia e si presentano come eccellenti espressioni del territorio, dotate di eleganza e finezza ma anche di concentrazione ed espressività. Gli standard qualitativi sono molto elevati per tutta la gamma e si conferma anno dopo anno come punti di riferimento imprescindibili per gli appassionati del panorama enologico del Friuli.

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Anno

Vitigni

Gradazione

Paese

Regione

Formato