Tenuta dell’Ornellaia – Toscana Igt. “MASSETO” 2001

1.181,90

Trattativa riservata

In pochi anni il Masseto 2001 è diventato uno dei vini italiani più da collezione, e questa degustazione ha confermato che è pienamente degno dei riconoscimenti ricevuti. Il 2001 è un Masseto straordinario, ricco di strati di frutta vibrante mescolati a suggestioni finemente sfumate di minerali, mentolo ed eucalipto. Di grande concentrazione e lunghezza al palato, è un vino potente che necessita di almeno qualche altro anno di affinamento.  Il 100% Merlot Masseto, invece, ha dimostrato di essere un vino di maggiore singolarità. La sua personalità unica e inconfondibile emerge sempre, soprattutto in una serie di annate molto diverse, come attesta questa verticale. Il vigneto Masseto misura circa 7 ettari. Posto su una collina in dolce pendenza, il vigneto è diviso in tre sezioni che contengono diversi tipi di terreno a base argillosa. La struttura del Masseto deriva dalla porzione centrale del vigneto (Masseto Centrale), dove il terreno è più compatto. Verso la parte alta della collina (Masseto Alto) i suoli contengono una maggiore percentuale di rocce e quindi danno vini più aromatici. Il tratto inferiore del vigneto, denominato “Masseto Junior”, è anche il più recente ad essere impiantato. Secondo Raspini il frutto di queste viti fa da ponte tra le qualità dei vini della parte centrale e superiore del vigneto e serve così a dare a Masseto la sua finezza ed equilibrio. C’è anche una piccola quantità di frutta che proviene dall’appezzamento di “Vigna Vecchia” da cui proviene il Merlot che viene utilizzato per l’Ornellaia. Ogni parcella viene raccolta e vinificata separatamente. La fermentazione e la macerazione durano in genere circa 25 giorni, a piacimento, a seconda della qualità del frutto, dopodiché i vini vengono trasferiti in barriques 100% nuove di rovere francese per la fermentazione malolattica. I vini trascorrono 12 mesi in rovere prima di essere assemblati, dopodiché il blend finale trascorre altri 12 mesi in rovere prima di essere imbottigliato. Tenuta dell’Ornellaia è senza dubbio una delle proprietà blue-chip d’Italia. La splendida e tentacolare tenuta si trova a Bolgheri nella Maremma Toscana.

Wine Spectator
Meravigliosi aromi di more, lamponi e tabacco fresco, con un pizzico di frutta esotica. Corposo, con un sacco di tannini vellutati e un finale lungo e lungo. Davvero molto setoso. Un rosso splendido, seducente, di classe. Un monumento alla Toscana. Strati e strati di frutta e tannini. Forse il più grande rosso toscano di sempre

 

Valutazioni:  Wine spectator   100/100     James Suckling  100/100       Falstaff   100/100

Quando bere:   2007/2026

Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

Disponibile

Descrizione

L’azienda è stata fondata nel 1981 dal Marchese Lodovico Antinori, con la prima annata nel 1985. Dal 2002 al 2005 l’azienda è stata in comproprietà tra Roberto Mondavi e Marchesi De Frescobaldi ma, dal 2005 Frescobaldi ne è proprietaria a titolo  definitivo. Michel Rolland è consulente enologo dal 1991.

Ornellaia è uno dei principali produttori della denominazione Bolgheri sulla costa della Toscana . È particolarmente noto per la produzione di uno dei vini più famosi e costosi d’Italia, che condivide lo stesso nome.

Questo blend in stile bordolese è uno dei Supertuscan originali. È ottenuto da Cabernet Sauvignon e Merlot , con quantità minori di Cabernet Franc e Petit Verdot , invece della varietà più famosa della Toscana, il Sangiovese.

Il vigneto, che confina con Sassicaia nella Maremma costiera toscana, gode di dolci brezze marine, che mitigano la calura estiva, ed è riparato dalle vicine colline dai freddi venti invernali. I suoli sono un complesso mix di elementi alluvionali, vulcanici e marini, fornendo una buona base per le varietà bordolesi qui piantate.

Nella tenuta si produce uno dei più famosi vini d’Italia e al mondo: il merlot in purezza MASSETO.

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Anno

Paese

Regione

Vitigni

Gradazione