Feudi di San Gregorio-Taurasi Docg. “PIANO DI MONTEVERGINE” Riserva 1999

48,80

Vitigno di grande tradizione, l’Aglianico è il più nobile e importante dei vitigni del sud e rappresenta una matrice unificante dei grandi rossi meridionali collocandosi tra i migliori vitigni rossi italiani. Feudi di San Gregorio è impegnata da anni, con la consulenza tecnica delle Università di Napoli e di Milano, in un progetto di valorizzazione e riscoperta di questo straordinario vitigno. Attraverso lo studio dei “patriarchi”, viti ultracentenarie di grande fascino disseminate nel territorio, e l’analisi dei suoli e dei microclimi delle diverse aree d’elezione dell’Aglianico (Taurasi, Vulture, Taburno) Feudi di San Gregorio punta a inserire questo vitigno fra i principali vitigni del mondo.

 

Vitigni: 100% Aglianico

Maturazione: 18-24 mesi in barriques di rovere francese e botti da 50 hl di media tostatura.

Note degustative: Colore rosso rubino carico. Al naso sensazioni fruttate di mora, prugna e amarena, note balsamiche, spezie, note torrefatte, liquirizia e note animali. Al gusto è morbido, suadente, minerale ed equilibrato, con tannini eleganti e finale molto persistente

Valutazioni
Cellar Tracker    93/100     Wine Spectator   91/100

Quando bere:   2006/2023

Solo 1 pezzi disponibili

Descrizione

Poche altre cantine in Italia possono identificarsi con un territorio, con la sua storia e con i suoi valori, come Feudi di San Gregorio si identifica con l’Irpinia, in provincia di Avellino. Ma non solo: fondata nel 1986, l’impresa vitivinicola Feudi di San Gregorio può essere oggi assunta come il marchio simbolo del rinascimento enologico del meridione d’Italia, e di una cultura del bere volta a riscoprire l’essenza e l’identità dei sapori mediterranei.
Il Fiano di Avellino, il Greco di Tufo e il Taurasi sono oggi tra le più rilevanti denominazioni italiane, grazie a un lavoro iniziato oltre vent’anni fa, e che ancora continua nella più totale salvaguardia della tradizione e nella ricerca di tutte le potenzialità del territorio. Partiamo allora dai vigneti, che da sempre in Irpinia coesistono e si alternano con i frutteti, con gli ulivi e con i boschi. Attualmente, tra le vigne di proprietà e quelle in affitto, sono oltre trecento gli ettari vitati di cui la cantina dispone.
Con il nucleo centrale situato nella zona di Sorbo Serpico – luogo in cui sorge anche la sede aziendale – e con gli altri filari sparsi tra i comuni di Tufo, Taurasi e Santa Paolina, le vigne dei Feudi di San Gregorio sono comprese fra i 350 e i 700 metri sul livello del mare. Su suoli di matrice vulcanica crescono piante dal corredo genetico unico, che vengono curate attraverso una gestione agronomica estremamente rispettosa di tutti gli equilibri ambientali. In cantina, gli spazi sono stati completamente rinnovati nel 2004, dopo un percorso di ricerca volto a coniugare le tradizioni con le tecnologie moderne.

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

,

Produttore

Anno

Paese

Regione

Vitigni

Formato