• ESAURITO

    Giuseppe Quintarelli – Amarone della Valpolicella Classico Riserva DOCG. 2011

    521,60

    L’Amarone Riserva viene prodotto solo nelle migliori annate. Le uve, selezionate con particolare cura al momento della vendemmia, vengono portate nel fruttaio e subito messe a riposo in cassette di legno e sui graticci. E’ importante adagiare le uve in modo adeguato affinché l’appassimento possa aver luogo in maniera completamente naturale. I primi segnali di muffa nobile compaiono a fine novembre – inizio dicembre e si sviluppano maggiormente nel mese di gennaio. Verso la fine di gennaio si pigiano le uve e, dopo circa 20 giorni di macerazione, inizia la fermentazione alcolica ad opera dei lieviti indigeni. La fermentazione avviene molto lentamente e dura circa 45 giorni. Dopo di ché si svina e il futuro Amarone viene messo in botti di rovere di Slavonia medio-piccole, dove effettua la propria maturazione per più di dieci anni. Durante questo periodo avvengono altre fermentazioni alcoliche che permettono di ottenere un vino secco di straordinaria struttura e complessità. Il vino è un blend di 55% Corvina, 25% Rondinella, 15% Cabernet Sauvignon integrato con alcuni sentori di Nebbiolo, Sangiovese e Croatina.

    Colore rosso rubino scuro, all’ olfatto esprime un bouquet elegante con aromi di frutta rossa matura, ciliegia, prugna, aroma di radice di liquirizia, morbide spezie, note di cacao amaro e cioccolato. Il sorso è ampio, caldo e avvolgente, con aromi densi, persistenti e tannini levigati, il finale è lungo e molto armonioso.

     

    Valutazioni:    Non ci sono ancora recensioni critiche per questa annata.

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

     

     

  • ESAURITO

    Giuseppe Quintarelli – Amarone della Valpolicella Classico Riserva DOCG. 2009

    512,40

    L’Amarone Riserva viene prodotto solo nelle migliori annate. Le uve, selezionate con particolare cura al momento della vendemmia, vengono portate nel fruttaio e subito messe a riposo in cassette di legno e sui graticci. E’ importante adagiare le uve in modo adeguato affinché l’appassimento possa aver luogo in maniera completamente naturale. I primi segnali di muffa nobile compaiono a fine novembre – inizio dicembre e si sviluppano maggiormente nel mese di gennaio. Verso la fine di gennaio si pigiano le uve e, dopo circa 20 giorni di macerazione, inizia la fermentazione alcolica ad opera dei lieviti indigeni. La fermentazione avviene molto lentamente e dura circa 45 giorni. Dopo di ché si svina e il futuro Amarone viene messo in botti di rovere di Slavonia medio-piccole, dove effettua la propria maturazione per più di dieci anni. Durante questo periodo avvengono altre fermentazioni alcoliche che permettono di ottenere un vino secco di straordinaria struttura e complessità. Il vino è un blend di 55% Corvina, 25% Rondinella, 15% Cabernet Sauvignon integrato con alcuni sentori di Nebbiolo, Sangiovese e Croatina.

    Colore rosso rubino scuro, all’ olfatto esprime un bouquet elegante con aromi di frutta rossa matura, ciliegia, prugna, aroma di radice di liquirizia, morbide spezie, note di cacao amaro e cioccolato. Il sorso è ampio, caldo e avvolgente, con aromi densi, persistenti e tannini levigati, il finale è lungo e molto armonioso.

    Falstaff
    Annata 2009 degustata: novembre 2020
    Granato rubino potente e brillante. Naso invitante e perfettamente pulito, mostra molte sfaccettature, come il succo di ciliegia scura, il tè nero, dietro fini componenti speziate. Al palato esordisce quasi esitante, si allarga continuamente, frutto limpido, si presenta fresco, nessuna traccia di surmaturo, a maglia fine, tannino levigato, smaltato. Migliorerà ancora negli anni.

    Valutazioni:      Falstaff   99/100

     

     

     

  • ESAURITO

    Giuseppe Quintarelli – Amarone della Valpolicella Classico DOCG. 1998

    449,00

    L’Amarone della Valpolicella di Quintarelli nasce da uve di Cabernet Sauvignon (15%), Corvina, Croatina e Nebbiolo (55%) e Rondinella e Sangiovese (30%).

    Le uve vengono accuratamente selezionate e poi subito messe in cassette di legno e messe sui graticci. È essenziale che le uve siano posizionate correttamente in modo che l’appassimento possa avvenire in modo completo e naturale. Il primo segno di “muffa nobile” appare alla fine di novembre – inizio dicembre e si sviluppa per lo più nel mese di gennaio.

    La vinificazione prevede pressatura delle uve, poi la macerazione che dura circa 20 giorni, segue la fermentazione alcolica tramite lieviti indigeni che dura 45 giorni circa e un affinamento in botti di rovere di Slavonia, dove matura per sette anni.

    Rosso granato carico alla vista. Si apre al naso con intensi sentori di amarena e mandorla amare, seguiti da sfumature di tabacco, liquirizia, cacao, rovere e spezie. Caldo e potente risulta l’assaggio, caratterizzato da un armonico equilibrio e da una chiusura lunga, raffinata e pregevole

    Doctorwine
    Annata 1998 degustata: aprile 2014
    Questo è più elegante e contenuto rispetto alle due annate precedenti ma è comunque ben costruito. Il profumo è complesso e articolato in una classica vena ‘quintarelliana’, con spiccati sentori di frutta secca, spezie e sentori balsamici. La sensazione in bocca è già morbida e appagante e sembra implacabile fino a quando il bicchiere non è vuoto

    .

    Valutazioni:    DoctorWine   94/100      Wine Enthusiast    96/100      Cellar Tracker    94/100

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

  • ESAURITO

    Giuseppe Quintarelli – Amarone della Valpolicella Classico DOCG. 2013

    239,20

    L’Amarone della Valpolicella di Quintarelli nasce da uve di Cabernet Sauvignon (15%), Corvina, Croatina e Nebbiolo (55%) e Rondinella e Sangiovese (30%).

    Le uve vengono accuratamente selezionate e poi subito messe in cassette di legno e messe sui graticci. È essenziale che le uve siano posizionate correttamente in modo che l’appassimento possa avvenire in modo completo e naturale. Il primo segno di “muffa nobile” appare alla fine di novembre – inizio dicembre e si sviluppa per lo più nel mese di gennaio.

    La vinificazione prevede pressatura delle uve, poi la macerazione che dura circa 20 giorni, segue la fermentazione alcolica tramite lieviti indigeni che dura 45 giorni circa e un affinamento in botti di rovere di Slavonia, dove matura per sette anni.

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

     

     

  • Giuseppe Quintarelli – Amarone della Valpolicella Classico DOCG. 2012

    313,00

    L’Amarone della Valpolicella di Quintarelli nasce da uve di Cabernet Sauvignon (15%), Corvina, Croatina e Nebbiolo (55%) e Rondinella e Sangiovese (30%).

    Le uve vengono accuratamente selezionate e poi subito messe in cassette di legno e messe sui graticci. È essenziale che le uve siano posizionate correttamente in modo che l’appassimento possa avvenire in modo completo e naturale. Il primo segno di “muffa nobile” appare alla fine di novembre – inizio dicembre e si sviluppa per lo più nel mese di gennaio.

    La vinificazione prevede pressatura delle uve, poi la macerazione che dura circa 20 giorni, segue la fermentazione alcolica tramite lieviti indigeni che dura 45 giorni circa e un affinamento in botti di rovere di Slavonia, dove matura per sette anni.

    Falstaff
    Annata 2012 degustata: novembre 2020
    Rosso rubino intenso granato. Naso molto accattivante, concentrato, ma mostra anche frutta fresca come ciliegie scure, prugne fresche e un pizzico di cardamomo. Riempie molto bene il palato, aderente, tannino fine, si apre in molti strati, ciliegia matura, note leggermente salate, un’accenno di speziato, mostra tensione, bisogna aspettare.

    .

    Valutazioni:    Falstaff   97/100

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

  • ESAURITO

    ZENATO – Amarone della Valpolicella Classico DOCG. “SERGIO ZENATO” Riserva 2012

    79,60

    Vino di classe, nasce solo nelle annate d’eccellenza. Le uve Corvina e Rondinella vengono selezionate nei vigneti più vecchi della zona classica della Valpolicella nel comune di Sant’Ambrogio.
    Alla tecnica di vinificazione dell’Amarone Zenato segue un lungo affinamento per almeno 4 anni in botti di rovere di Slavonia.
    Rappresenta l’identità assoluta con la quale l’esperienza e la tradizione Zenato si confrontano nel mondo.
    Per il particolare valore può essere degustato anche oltre i 20 anni.

    James Suckling
    La profondità e la classe di questo naso è favolosa con more, mirtilli e lavanda. Sentori di violette, anche. Corposo, ma così stretto e concentrato con tannini super fini e levigati. Ha bisogno di due o tre anni per ammorbidirsi leggermente. Ottimo vino.

    Wine Advocate
    Questo è un vino ampio e denso con grande struttura e un approccio estremamente corposo. L’Amarone della Valpolicella Classico Riserva Sergio Zenato 2012 presenta una spessa parete di prugna dolce e sciroppo di ciliegia con note più seducenti di spezie, catrame e fumo sul retro.

    Falstaff
    Annata 2012 degustata: ottobre 2018
    Rosso rubino intenso, quasi impenetrabile con una sfumatura violacea. Naso fragrante e multistrato di ricche amarene, more, cassis, prugne secche, accompagnate da un leggero tocco di cioccolato fondente. Molto multistrato e complesso al palato, costruito in più strati, concentrato e corposo, nel complesso molto equilibrato e armonico, termina con una pressione decisa, può e deve maturare un po’.

    Valutazioni:    Wine Spectator   93/100      Robert Parker   94+/100
    .                                James Suckling   96/100        Falstaff   95/100

    Quando bere:     2019/2035

     

     

     

  • ZENATO – Amarone della Valpolicella Classico DOCG. 2013

    49,90

    Prezioso gioiello della produzione Zenato, nasce dalla selezione delle migliori uve della Valpolicella Classica (Corvina, Rondinella, Oseleta e Croatina) coltivate nei vigneti nel Comune di Sant’Ambrogio.
    Le uve vengono poste in appassimento per 4 mesi e solo a gennaio si inizia la pigiatura, alla quale segue una lenta fermentazione sulle bucce e quindi l’affinamento per 36 mesi in botti grandi di rovere di Slavonia.
    Dopo un periodo di maturazione in bottiglia è pronto per essere apprezzato.

    Vino maestoso, intenso, etereo, con note di alloro e ciliegie sotto spirito.

    L’estremo equilibrio di tutte le sue componenti lo rende adatto al lungo invecchiamento.

    Valutazioni:    Wine Spectator   93/100      Vinous / Antonio Galloni   92/100

    Quando bere:     2021/2031

     

     

     

  • ESAURITO

    Dal Forno Romano – Amarone della Valpolicella Classico DOCG. “MONTE LODOLETTA” 2002

    294,60

    “Trattativa Riservata”

    Un gioiello della produzione di Dal forno, nasce dalla selezione delle migliori uve della Valpolicella Classica (Corvina, Rondinella, Oseleta e Croatina) coltivate nei vigneti di proprietà.
    Le uve vengono poste in appassimento per 3 mesi e solo a metà gennaio si inizia la pigiatura, alla quale segue una lenta fermentazione sulle bucce e quindi l’affinamento per 24 mesi in barriques nuove e ulteriori 36 mesi di affinamento in bottiglia

    • Wine Advocate

      L’Amarone 2002 di Dal Forno è uno sforzo di prim’ordine sotto tutti i punti di vista. Il vino rivela carichi di frutta matura e generosa che scorrono al palato con sorprendente intensità. Questo Amarone straordinariamente puro possiede dettagli incredibili nelle sue ciliegie selvatiche scure, cioccolato, erbe e rovere tostato. I tannini costruiscono vigorosamente sul finale anche se questo non è uno dei vini più massicci di Dal Forno. C’è molta purezza e profondità qui, anche se i tannini potrebbero usare un po’ più di levigatezza. All’inizio ho pensato che potesse essere un vino a maturazione relativamente precoce, ma quando sono tornato a una bottiglia non aperta dopo più di due giorni si era a malapena mosso!
    • Wine Spectator

      Mostra aromi di cuoio, prosciutto affumicato, prugna, minerali catramosi e fiori secchi. Una panoplia sorprendente per un 2002, che è stata un’annata debole. Corposo, con tannini vellutati e un finale lungo, intenso e pepato. Viste le difficoltà dell’annata, questo è un bel tentativo di Dal Forno.
    • Doctorwine
      Annata 2002 Degustata: Aprile 2014
      Nonostante l’annata non si ricorderà per la sua qualità, la concentrazione di questo vino, marchio di fabbrica del produttore, è sorprendente. Il suo colore rosso è insolitamente intenso e la luce ha difficoltà a penetrarlo. Il profumo è esplosivo e anche un po’ stupefacente con la sua componente di marasca stramatura sotto spirito, una prugna piena di consistenza e un aspetto balsamico sfrenato. La respirazione fa emergere tutto questo con un’intensità imbarazzante. In bocca è saturo, sorretto da tannini feroci e da una pienezza senza pari. Lo stile è davvero unico, dopo aver assaggiato i suoi vini è difficile rendere giustizia agli altri.

     

    Valutazioni:    Wine Spectator   92/100      Robert Parker   94/100     DoctorWine   93/100

    Quando bere:     2011/2023 e oltre

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

     

     

  • Dal Forno Romano – Amarone della Valpolicella Classico DOCG. “MONTE LODOLETTA” 1998

    468,80

    “Trattativa Riservata”

    Un gioiello della produzione di Dal forno, nasce dalla selezione delle migliori uve della Valpolicella Classica (Corvina, Rondinella, Oseleta e Croatina) coltivate nei vigneti di proprietà.
    Le uve vengono poste in appassimento per 3 mesi e solo a metà gennaio si inizia la pigiatura, alla quale segue una lenta fermentazione sulle bucce e quindi l’affinamento per 24 mesi in barriques nuove e ulteriori 36 mesi di affinamento in bottiglia

    • Wine Spectator

      Naso complesso, con strati di frutta secca, pimento, minerali e sentori di crema di caffè, tabacco e cuoio. Corposo, con frutta pepata e minerale al palato, tannini grandi e giovani e un finale lungo e lungo. Ultraricco.
    • Wine Advocate

      L’Amarone della Valpolicella Vigneto di Monte Lodoletta 1998 è un esempio supremo di questo vino, quasi travolgente nel suo impatto aromatico, sontuosamente dolce, maturo, confetturato e cioccolatoso, pieno e potente nel sapore, ampio e carezzevole, solido e sostenuto dall’attacco al finale lungo e persistente, superbamente sagomato ed equilibrato, potenza del pedale al pavimento ed eleganza formosa tutto in un unico pacchetto. Il punteggio è probabilmente troppo conservativo, ma può essere facilmente verificato nei prossimi 25 anni.
    • Doctorwine
      Annata 1998 assaggiata: aprile 2014
      Questo vino ha un equilibrio sorprendente considerando la sua straordinaria robustezza. È meno concentrato degli altri ma non meno stimolante per i sensi. Il colore è ancora un rosso molto intenso ma cromaticamente un po’ meno esasperante. Nell’aroma c’è della corteccia amara su uno sfondo di menta piperita insieme a sentori di pepe nero e tabacco biondo. Il leitmotiv qui è il cioccolato fondente con varie percentuali di puro cacao. La bocca è come sempre imponente, di enorme volume, rotonda e allo stesso tempo equilibrata da tannini finissimi. Anche qui la capacità di saturazione del vino è eccezionale.
    • Falstaff
      Annata 1998 Degustata: Dicembre 2005
      Rubino ricco e frizzante; mostra inizialmente note speziate pronunciate, come chiodi di garofano, cannella, poi molta amarena; al palato estremamente pieno, molto tannico deciso, potente, si presenta ancora giovanissimo, alcol ben integrato, focoso e di sangue caldo.

     

    Valutazioni:    Wine Spectator   95/100      Robert Parker   96/100

    .                              DoctorWine   95/100       Falstaff    94/100

    Quando bere:     2004/2032

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.