• Contratto-Metodo Classico SPECIAL CUVEE Pas Dosè 2013

    58,50

    CREMOSO, ELEGANTE, SPECIALE

    Dalla selezione delle migliori uve Pinot Nero e Chardonnay nasce la Special Cuvée. Un vino dalla personalità unica e inconfondibile, che si contraddistingue per l’incredibile mineralità e persistenza. Uno spumante che al primo assaggio ci ha convinto che la parola “speciale” fosse la più adatta a descriverlo.

    VARIETÀ UVA

    90% Pinot Nero, 10% Chardonnay

    VINIFICAZIONE
    Dopo la diraspatura, l’uva passa nella pressa senza essere pigiata. Dalla sgrondatura degli acini, otteniamo il mosto fiore, ovvero la parte più preziosa del succo. La prima fermentazione ha luogo in vasche d’acciaio a temperatura controllata, dopodiché il Pinot Noir rimane a riposare in acciaio per circa 9 mesi, durante i quali lo Chardonnay viene affinato in botti di rovere francese.
    La seconda fermentazione in bottiglia è seguita da almeno 72 mesi di affinamento sui lieviti. Il remuage avviene manualmente.

    TIRAGGIO: circa 9 mesi dopo la vendemmia
    AFFINAMENTO SUI LIEVITI: circa 90 mesi
    DOSAGGIO ALLA SBOCCATURA: zero

    NOTE DI DEGUSTAZIONE
    COLORE: giallo dorato intenso
    PROFUMO: aromi complessi e intensi, che vanno dal cioccolato bianco al mughetto, con sentori di pasta madre
    GUSTO: all’assaggio è elegante e avvolgente. Le note dolci lasciano spazio alla sapidità rendendolo intrigante e mai banale. Le bolle sono finissime delicate

    Valutazioni:     No info

    Quando bere:   2022/2038

     

     

     

  • Giuseppe Quintarelli – Veneto IGT. Cabernet “ALZERO” 2013

    304,10

    Il Rosso Alzero di Giuseppe Quintarelli rappresenta uno dei prodotti enogastronomici più apprezzati dell’Italia orientale. Considerato tra i migliori vini rossi provenienti dal Veneto, è realizzato con i vigneti coltivati a Negrar, comune veronese situato nel cuore della Valpolicella. Etichetta raffinata e di eccellente qualità, il Veneto IGT è composto da Cabernet Franc al 40%, da Cabernet Sauvignon al 40% e da Merlot al 20% rimanente.

    Nella spettacolare cornice dei filari veronesi, caratterizzati da un terreno fertile e leggermente sabbioso, tra fine agosto e inizio settembre si svolge la vendemmia. Dopo il taglio manuale dell’uva i grappoli vengono portati presso l’azienda e lasciati a riposo in cassette di legno almeno fino a dicembre. Gli acini sono dunque sottoposti a una diraspatura dolce, da cui viene estratto il mosto. La fermentazione dura circa 50 giorni e viene effettuata aggiungendo dei lieviti indigeni, a una temperatura controllata di 24-26 °C.

    L’affinamento del vino si svolge in due fasi, per un periodo totale di 60 mesi nei quali il Veneto IGT è chiamato alla maturazione. Nei primi 30 mesi il vino è lasciato invecchiare in botti di rovere francese, successivamente esso viene trasferito in un grande barile in legno di Slavonia. Le proprietà organolettiche possono così evidenziarsi e mostrare tutte le loro qualità.

    La potenza di questo vino si percepisce già allo sguardo; color rosso rubino intenso e grande consistenza. Grande complessità al naso con sentori di spezie, frutta secca e note vanigliate e di cacao. In bocca si conferma la sensazione di potenza percepita alla vista e al naso; morbido, con note di frutta matura e marmellata, lunghissimo il finale. Da stappare nelle occasioni più importanti si abbina a piatti strutturati a base di carne rossa e selvaggina.

    Valutazioni:    Non ci sono ancora recensioni critiche per questa annata.

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

     

     

  • ESAURITO

    Giacomo Conterno – Barolo DOCG. Riserva “MONFORTINO” 2013 Magnum

    1.998,00

    La punta di diamante dell’enologia italiana. Il leggendario Barolo Riserva Monfortino delle cantine Giacomo Conterno è il fiore all’occhiello di tutta la nostra produzione. L’unica etichetta italiana in grado di competere con le quotazioni delle più blasonate bottiglie francesi, confermandosi come una vera asset allocation per chi intende il vino come investimento alternativo alla Borsa Valori.

    Ma, ovviamente, oltre a rappresentare un importante investimento, il Monfortino è la perfezione nel bicchiere, da bere almeno una volta nella vita. Figlio di una solida quanto semplice filosofia produttiva: secondo Roberto Conterno (nipote del fondatore Giacomo) il buon vino necessita solo di maturità, tempo e travasi. Proveniente dal mitico vigneto Francia, è prodotto solo in grandi annate e viene messo in commercio dopo otto anni di maturazione. Un vino monumentale ed emozionante, il capolavoro assoluto dell’enologia italiana.

    Antonio Galloni/Vinous
    Il Barolo Riserva Monfortino 2013 è un vino enorme e imponente caratterizzato da un’intensità di frutta seria e una spina dorsale di tannini fermi e classicamente austeri. Sicuramente accanto al 2014 e al 2015, è impossibile non notare la pura forza tannica del 2013. Note di menta salvia, tabacco e fiori secchi aggiungono sorprendenti sfumature di sfumature aromatiche, ma alla fine il 2013 si distingue per la sua enorme e potente personalità. Sicuramente entusiasmerà coloro che lo possiedono per molti decenni a venire.  (11/2018)

    Wine Advocate di Robert Parker
    Il Barolo Francia non è stato prodotto nel 2013 perché Roberto Conterno ha deviato tutta la frutta da quel vigneto a questo vino. Il Monfortino non è stato prodotto nel 2011 o nel 2012, il che significa che questa edizione 2013 segue direttamente l’annata 2010 assolutamente straordinaria (che ha guadagnato un punteggio perfetto di 100 punti). Le due annate (2010 e 2013) sono molto simili, sorprendentemente, ma l’annata 2013 registra una soglia strutturale leggermente inferiore. I tannini sono leggermente più sciolti, o più morbidi nel caso di questo vino. Con un massimo di sei anni in botte, l’annata 2010 è ancora croccante e super tagliente, mentre questo vino è leggermente più succulento e terroso. (6/2019)

    Valutazioni
    Robert Parker 98/100         Antonio Galloni   99/100      James Suckling    99/100          

    Quando bere:   2025/2063

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

  • Giacomo Conterno – Barolo DOCG. Riserva “MONFORTINO” 2013

    1.124,00

    La punta di diamante dell’enologia italiana. Il leggendario Barolo Riserva Monfortino delle cantine Giacomo Conterno è il fiore all’occhiello di tutta la nostra produzione. L’unica etichetta italiana in grado di competere con le quotazioni delle più blasonate bottiglie francesi, confermandosi come una vera asset allocation per chi intende il vino come investimento alternativo alla Borsa Valori.

    Ma, ovviamente, oltre a rappresentare un importante investimento, il Monfortino è la perfezione nel bicchiere, da bere almeno una volta nella vita. Figlio di una solida quanto semplice filosofia produttiva: secondo Roberto Conterno (nipote del fondatore Giacomo) il buon vino necessita solo di maturità, tempo e travasi. Proveniente dal mitico vigneto Francia, è prodotto solo in grandi annate e viene messo in commercio dopo otto anni di maturazione. Un vino monumentale ed emozionante, il capolavoro assoluto dell’enologia italiana.

    Antonio Galloni/Vinous
    Il Barolo Riserva Monfortino 2013 è un vino enorme e imponente caratterizzato da un’intensità di frutta seria e una spina dorsale di tannini fermi e classicamente austeri. Sicuramente accanto al 2014 e al 2015, è impossibile non notare la pura forza tannica del 2013. Note di menta salvia, tabacco e fiori secchi aggiungono sorprendenti sfumature di sfumature aromatiche, ma alla fine il 2013 si distingue per la sua enorme e potente personalità. Sicuramente entusiasmerà coloro che lo possiedono per molti decenni a venire.  (11/2018)

    Wine Advocate di Robert Parker
    Il Barolo Francia non è stato prodotto nel 2013 perché Roberto Conterno ha deviato tutta la frutta da quel vigneto a questo vino. Il Monfortino non è stato prodotto nel 2011 o nel 2012, il che significa che questa edizione 2013 segue direttamente l’annata 2010 assolutamente straordinaria (che ha guadagnato un punteggio perfetto di 100 punti). Le due annate (2010 e 2013) sono molto simili, sorprendentemente, ma l’annata 2013 registra una soglia strutturale leggermente inferiore. I tannini sono leggermente più sciolti, o più morbidi nel caso di questo vino. Con un massimo di sei anni in botte, l’annata 2010 è ancora croccante e super tagliente, mentre questo vino è leggermente più succulento e terroso. (6/2019)

    Valutazioni
    Robert Parker 98/100         Antonio Galloni   99/100      James Suckling    99/100          

    Quando bere:   2025/2063

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

  • ESAURITO

    Giuseppe Quintarelli – Amarone della Valpolicella Classico DOCG. 2013

    239,20

    L’Amarone della Valpolicella di Quintarelli nasce da uve di Cabernet Sauvignon (15%), Corvina, Croatina e Nebbiolo (55%) e Rondinella e Sangiovese (30%).

    Le uve vengono accuratamente selezionate e poi subito messe in cassette di legno e messe sui graticci. È essenziale che le uve siano posizionate correttamente in modo che l’appassimento possa avvenire in modo completo e naturale. Il primo segno di “muffa nobile” appare alla fine di novembre – inizio dicembre e si sviluppa per lo più nel mese di gennaio.

    La vinificazione prevede pressatura delle uve, poi la macerazione che dura circa 20 giorni, segue la fermentazione alcolica tramite lieviti indigeni che dura 45 giorni circa e un affinamento in botti di rovere di Slavonia, dove matura per sette anni.

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

     

     

  • Giovanni CORINO – Barolo Docg. “ARBORINA” 2013

    49,20

    Barolo DOCG da una delle zone più celebrate di La Morra, “Arborina” è un vino di personalità che esprime una fantastica purezza di frutto unita all’eleganza della maturazione in botti di rovere francese. Un piccolo capolavoro stilistico di Giovanni Corino.

    Rosso rubino lucente che apre la strada ad aromi molto intensi di ciliegia e fiori essiccati, vaniglia e delicate note di chiodi di garofano. Ricco e deciso in bocca, esuberante acidità ben supportata da una piacevole succosità e permanenza di aromi di frutta matura.

    Valutazioni:  Antonio Galloni   94/100

  • ESAURITO

    Moccagatta – Barbaresco Docg. “BASARIN” 2012

    48,70
    Questo Barbaresco nasce dal cru Basarin di Neive, unico vigneto di Moccagatta situato fuori dal comune di Barbaresco. Basarin è caratterizzato dalla sua elevata altitudine (250-280m) e marne grigio-calcaree & terreni sabbiosi. Questi vigneti di proprietà, risalenti al 1965, si trovano ad un’esposizione a sud, consentendo un buon soleggiamento in questo sito di alta quota. Le uve vengono macerate sulle bucce in vasche d’acciaio termocondizionate prima di maturare in barriques di rovere francese per 18 mesi, poi il vino affina in bottiglia per un minimo di 10 mesi prima della commercializzazione.
    .
    Antonio Galloni
    Degustato: 01-DEC-15
    Un vino scuro e carnoso, il Barbaresco Basarin 2012 offre un bel po’ di dimensioni e intensità in questa annata. Amarena, menta, fiori di campo e spezie sono alcune delle note che si fondono in un ampio Barbaresco che si beve piacevolmente per molti anni. Il 2012 potrebbe impiegare più tempo per ammorbidire i tannini, ma è abbastanza espressivo, anche oggi. — Antonio Galloni
    .
    Wine Spectator
    Degustato: 01-OTT-14
    Un vino filante e voluttuoso, il Barbaresco Basarin 2012 è intrecciato con amarena, prugna, fumo, tabacco, liquirizia e mentolo. Nel 2012, il Basarin è particolarmente scuro, potente e concentrato, con frutta generosa e sentori espressivi e speziati. La ricchezza e la risonanza del vino rendono il 2012 abbastanza accessibile, anche in questa fase iniziale, ma solo fra molti anni darà il meglio. 

    .

     

    Valutazioni:        Wine Spectator   93/100      Antonio Galloni    91/100

    Quando bere:    2015/2030

  • ESAURITO

    Moccagatta – BARBARESCO Docg. 2013

    33,20

    Il Barbaresco di Moccagatta è un vino rosso dal colore granato intenso. Il bouquet è ampio e intenso, con sentori fruttati di confettura e floreali di violetta. In bocca è avvolgente e persistente, con tannini importanti che conferiscono nobiltà e grande struttura. Affina in barriques per 12 mesi

    .

     

    Valutazioni:        Wine Spectator   91/100

    Quando bere:    2018/2028

  • In offerta!

    Elena Walch – Vigna Castel Ringberg CABERNET SAUVIGNON Riserva 2013

    Il prezzo originale era: 42,10€.Il prezzo attuale è: 36,60€.

    Vinificazione

    Fermentazione in acciaio con macerazione di 10 gg sulle vinacce e successiva fermentazione malolattica in botte. Maturazione per 18 mesi in barrique di legno francese. Dopo l’assemblaggio lungo affinamento in bottiglia. Questo vino viene prodotto solo in grandi annate.

    Degustazione

    Il Cabernet Sauvignon Riserva Vigna “Castel Ringberg” si presenta con decise tonalità di rosso granato intenso. Il suo ricco bouquet spazia da complessi aromi di frutti di bosco, more, mirtilli neri e prugne accompagnati da note speziate con foglie di tabacco, chiodi di garofano e un tocco di cioccolato amaro. Al palato rivela una forte sapidità fruttata, tannini morbidi e un buon gioco di acidità. Vino di grande corpo con un finale intenso e persistente

    Valutazioni
    James Suckling    91/100

  • Vietti-Barbera d’Alba Doc. “VIGNA VECCHIA SCARRONE” 2013

    45,90

    Uve provenienti dalla parte più vecchia del vigneto ubicato in Castiglione Falletto nella località Scarrone con esposizione sud-est. La densità è di 4.300 piante per ettaro. La già naturalmente scarsa produzione derivante dall’età delle viti è ulteriormente ridotta con una severa selezione che porta ad una minor resa in vino ad ettaro. La vinificazione è stata fatta con macerazione a freddo pre-fermentativa, fermentazione alcolica di circa due settimane in tini di acciaio, con follature, “délestage” e vari rimontaggi. Dopo la fermentazione alcolica, avviene una macerazione post-fermentativa con le bucce, il tutto viene poi svinato e quindi trasferito in barriques per la malolattica.

    Invecchiamento: circa 18 mesi tra barriques, botte e acciaio

    L’aspetto è limpido, di media intensità, di colore violaceo.
    Al naso è pulito, di media intensità, con aromi di ciliegie rosse mature, fiori rossi e viola, rovi, spezie dolci da forno. Sviluppando.
    al palato, secco, alta acidità, mediamente alcolico (14%), tannini fini e alti, corpo pieno. Sapore medio+ di intensità, con ricordi di rovi, amarene dolci, ciliegie rosse mature, liquirizia, spezie dolci da forno. Finale lungo.

     

    Valutazioni:     Cellar Tracker    91/100

    Quando bere:  2016/2027

  • Pelissero – Barbaresco Docg. “VANOTU” 2013

    58,60

    Il vigneto Vanotu, da cui deriva questo Barbaresco, fa parte da sempre dell’azienda e la famiglia Pelissero, ha un legame particolarmente stretto con questo luogo. Le vigne dimorano su un terreno particolarmente vocato che gode di un favorevole microclima, per cui anche nelle annate meno propizie, si riescono ad ottenere vini di grande qualità. Viene prodotto attraverso processi di vinificazione moderni ed innovativi e un tempo di affinamento di 20-22 mesi in barrique e nove mesi in bottiglia, al fine di ottenere la massima concentrazione del frutto e una trama tannica complessa, morbida ed avvolgente. Fin dal 1960, primo anno di produzione di questa etichetta, l’intento è sempre stato quello di esaltare ai massimi livelli le peculiarità del Nebbiolo. E sicuramente la Cantina Pelissero non tradisce le aspettative di chi degusta i suoi vini. Come nel caso del Vanotu, che appena nel bicchiere, incanta la vista col suo colore ampio e intenso. Affascina attraverso il suo profumo che sprigiona note fruttate di lampone e ciliegia miste a note legnose di vaniglia, ben armonizzate. Seduce il palato con la sua struttura equilibrata e consistente ed un gusto ampio avvolgente, morbido e di lunga persistenza.

    WINE SPECTATOR INSIDER
    Barbaresco Vanotu 2013 – 94 punti. Fermo e fresco, rivela aromi di ciliegia, erbe selvatiche, cuoio, catrame e tabacco, con tannini avvolgenti e una vivace acidità che incorniciano il finale persistente. Migliore dal 2020 al 2035.

    Valutazioni:  Wine Spectator   94/100     Antonio Galloni  94/100     Falstaff   93/100

    Quando bere:   2020/2035

  • ESAURITO

    Tenuta dell’Ornellaia – Toscana Igt. “MASSETO” 2013

    933,30

    Max. 1 bt. per cliente

    Il Masseto è uno dei vini Supertuscan più famosi, prodotto interamente da Merlot . È prodotto dalla Tenuta dell’Ornellaia ed è noto per la sua complessità aromatica, frutto opulento e struttura tannica, ed è costantemente considerato uno dei migliori vini al mondo con prezzi d’asta da abbinare. E’ classificato IGT Toscana .

    Il sito di 6,6 ettari (16,3 acri), un’ex cava di argilla, è stato identificato dal famoso enologo André Tchelistcheff come avente un grande potenziale per il Merlot. Ciò è dovuto al suo elevato contenuto di argilla compatta, in particolare nella porzione centrale, con suoli più sassosi e sabbiosi nelle porzioni superiore ed inferiore. Il vigneto è gestito in piccoli appezzamenti e, nonostante le sue modeste dimensioni, la vendemmia può richiedere fino a un mese.

    La fermentazione e la macerazione durano in genere circa 25 giorni, a piacimento, a seconda della qualità del frutto, dopodiché i vini vengono trasferiti in barriques 100% nuove di rovere francese per la fermentazione malolattica. I vini trascorrono 12 mesi in rovere prima di essere assemblati, dopodiché il blend finale trascorre altri 12 mesi in rovere prima di essere imbottigliato. Tenuta dell’Ornellaia è senza dubbio una delle proprietà blue-chip d’Italia. La splendida e tentacolare tenuta si trova a Bolgheri nella Maremma Toscana.

    NOTE DI DEGUSTAZIONE: Il Masseto 2013 è il risultato di un clima nel complesso tardivo e fresco durante il periodo della vendemmia. Queste sono condizioni particolarmente favorevoli per il Merlot, che ha potuto maturare in modo lento e completo in un clima soleggiato, senza eccessivo calore, che ha esaltato una piena espressione delle qualità aromatiche e una perfetta maturazione del contenuto fenolico.
    Di colore rosso rubino intenso, al naso rivela immediatamente note fruttate pienamente mature, accompagnate da grande freschezza e complessità, sottolineate da delicati sentori di vaniglia e cacao. Al palato il vino è corposo e ricco, con una grande densità e una rara qualità tannica di setosità e morbidezza. Aromi di frutti a bacca nera sono accompagnati da una forte nota di freschezza e un lungo elegante finale, che si prolunga con un delicato sentore di cacao

     

    Valutazioni:  Wine spectator   96/100    Robert Parker  97/100      Falstaff    98/100

    .                     Luca Gardini   97/100      Cellar Tracker   96/100

    Quando bere:   2018/2045

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

  • ESAURITO

    Tenuta dell’Ornellaia – Bolgheri Doc. Superiore Rosso “ORNELLAIA” 2013 Etichetta d’Autore Sp. Ed. “L’ELEGANZA”

    298,70

    “Ornellaia” è un prestigioso capolavoro enologico, simbolo per eccellenza del vino made in Italy. Proviene da Bolgheri, meraviglioso angolo di Toscana che ha stregato artisti e personalità di ogni tempo e che si è reso celebre per essere una terra in cui il taglio bordolese regala prodotti di straordinaria finezza e personalità. Tutto questo, infatti, è Ornellaia, vino più rappresentativo di Tenute dell’Ornellaia. Esso vuole essere la sintesi perfetta tra l’eleganza, che da sempre definisce la cantina e i suoi prodotti, e lo stile dell’annata. L’imperativo della cantina è la qualità, che si traduce in un’accuratissima attenzione ai dettagli. Solo così possono nascere dei Supertuscan che svettano, in Italia e nel mondo, per precisione e classe.

    Il Bolgheri Rosso Superiore “Ornellaia” è un taglio bordolese, ripartito in Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot. La raccolta delle uve viene realizzata a mano ed è preceduta da numerose analisi e veri e propri assaggi degli acini, al fine di valutare al meglio il grado di maturazione e l’equilibrio delle componenti. Ciò permette di operare una prima selezione già in vigna, seguita poi da una doppia cernita in cantina. Le uve vengono vinificate separatamente in base al cru di provenienza, così da poter realizzare il taglio più espressivo di “Ornellaia”. La fermentazione alcolica si svolge in tini di acciaio inox, mentre quella malolattica avviene principalmente all’interno di barrique di rovere. Dopo un primo affinamento di 12 mesi in barrique viene creata la cuvee, successivamente reintrodotta in legno per ultimare l’affinamento con altri 6 mesi circa. La maturazione in bottiglia richiede altri 12 mesi di paziente attesa.

    “Quello che sembrava uno svantaggio per l’annata 2013 – un germogliamento e una fioritura tardivi – si è alla fine rivelato essere un grande vantaggio grazie ad una estate ed un mese di vendemmia da manuale, con temperature fresche ma tempo prevalentemente soleggiato. Ciò ha portato ad una lenta ma completa maturazione con grande equilibrio ed affascinante qualità aromatica, quello che amiamo definire come “l’Eleganza”. Di colore intenso e denso, Ornellaia 2013 si presenta all’olfatto con una splendida complessità aromatica che si costruisce intorno ad un fruttato brillante e limpido, sottolineato da raffinate note speziate e balsamiche. Al palato si sviluppa con una frutta vibrante e complessa incorniciata da una struttura fitta e slanciata con tannini che raggiungono un equilibrio raro, conclude con un lungo finale bilanciato e fresco.” Axel Heinz – Maggio 2015

    Valutazioni:

    James Suckling   98/100      Robert Parker    96/100        Antonio Galloni     96+/100      Falstaff    96/100

    Quando bere:   2016/2038

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

  • ESAURITO

    Tenuta dell’Ornellaia – Bolgheri Doc. Superiore Rosso “ORNELLAIA” 2013

    238,60

    “Ornellaia” è un prestigioso capolavoro enologico, simbolo per eccellenza del vino made in Italy. Proviene da Bolgheri, meraviglioso angolo di Toscana che ha stregato artisti e personalità di ogni tempo e che si è reso celebre per essere una terra in cui il taglio bordolese regala prodotti di straordinaria finezza e personalità. Tutto questo, infatti, è Ornellaia, vino più rappresentativo di Tenute dell’Ornellaia. Esso vuole essere la sintesi perfetta tra l’eleganza, che da sempre definisce la cantina e i suoi prodotti, e lo stile dell’annata. L’imperativo della cantina è la qualità, che si traduce in un’accuratissima attenzione ai dettagli. Solo così possono nascere dei Supertuscan che svettano, in Italia e nel mondo, per precisione e classe.

    Il Bolgheri Rosso Superiore “Ornellaia” è un taglio bordolese, ripartito in Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot. La raccolta delle uve viene realizzata a mano ed è preceduta da numerose analisi e veri e propri assaggi degli acini, al fine di valutare al meglio il grado di maturazione e l’equilibrio delle componenti. Ciò permette di operare una prima selezione già in vigna, seguita poi da una doppia cernita in cantina. Le uve vengono vinificate separatamente in base al cru di provenienza, così da poter realizzare il taglio più espressivo di “Ornellaia”. La fermentazione alcolica si svolge in tini di acciaio inox, mentre quella malolattica avviene principalmente all’interno di barrique di rovere. Dopo un primo affinamento di 12 mesi in barrique viene creata la cuvee, successivamente reintrodotta in legno per ultimare l’affinamento con altri 6 mesi circa. La maturazione in bottiglia richiede altri 12 mesi di paziente attesa.

    “Quello che sembrava uno svantaggio per l’annata 2013 – un germogliamento e una fioritura tardivi – si è alla fine rivelato essere un grande vantaggio grazie ad una estate ed un mese di vendemmia da manuale, con temperature fresche ma tempo prevalentemente soleggiato. Ciò ha portato ad una lenta ma completa maturazione con grande equilibrio ed affascinante qualità aromatica, quello che amiamo definire come “l’Eleganza”. Di colore intenso e denso, Ornellaia 2013 si presenta all’olfatto con una splendida complessità aromatica che si costruisce intorno ad un fruttato brillante e limpido, sottolineato da raffinate note speziate e balsamiche. Al palato si sviluppa con una frutta vibrante e complessa incorniciata da una struttura fitta e slanciata con tannini che raggiungono un equilibrio raro, conclude con un lungo finale bilanciato e fresco.” Axel Heinz – Maggio 2015

    Valutazioni:

    James Suckling   98/100      Robert Parker    96/100        Antonio Galloni     96+/100      Falstaff    96/100

    Quando bere:   2016/2038

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

  • ESAURITO

    Tenuta dell’Ornellaia – Bolgheri Rosso Doc. “LE SERRE NUOVE” 2013

    49,20

    Prodotto con la stessa passione e attenzione per i dettagli riservati a Ornellaia, Le Serre Nuove dell’Ornellaia è un vero e proprio “second vin”. Un blend bordolese, che coniuga piacevolezza immediata e complessità gusto-olfattiva ad un comprovato potenziale di invecchiamento.

    Il Bolgheri Rosso “Le Serre Nuove” è un classico assemblaggio bolghe-bordolese prodotto da uve Merlot, in prevalenza, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc e Petit Verdot, in perfetto stile francese, con l’obiettivo di far conosce l’austerità e l’elegante espressività dei grandi vini di questo genere. Le uve sono selezionate due volte prima di essere pigiate. Ogni vitigno viene vinificato in purezza in serbatoi di acciaio inox, subendo una macerazione di 10-15 giorni. La fermentazione malolattica termina in barrique di primo e secondo passaggio, dove il vino sosterà per 15 mesi affinando la propria personalità e i proprio caratteri intrinsechi. Un riposo di altri 6 mesi in bottiglia permetterà al vino di raggiungere un perfetto equilibrio gustativo.

    James Suckling
    Meravigliosa profondità di frutta per questo vino con ribes nero, spezie, menta e fiori. Corpo pieno, tannini decisi e setosi e un finale fresco. Rosso stretto e lucido. Questo ha bisogno di altri tre o quattro anni per venire insieme, ma mostra stile e bellezza. Superbo il secondo vino di Ornellaia.
    The Wine Advocate di Robert Parker
    Sono sempre stato un grande fan di questo vino. Il Bolgheri Rosso Le Serre Nuove 2013 è un generoso blend di Merlot (32%), Cabernet Sauvignon (36%), Cabernet Franc (20%) e Petit Verdot (12%). Il vino presenta uno stile di intensa bevibilità con sfumature di frutti di bosco di ciliegia, spezie, erbe grigliate e cuoio. L’integrazione di questi aromi è assolutamente perfetta. In bocca, Le Serra Nuove è morbido, rigoglioso e di bella persistenza.
    Wine Spectator
    Denso e ben avvolto, questo rosso mostra aromi di mora, amarena, spezie e terra. Tannini muscolosi trattengono il finale compatto e cedro. Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot. Il migliore dal 2018 al 2029.

    Valutazioni:      Wine Spectator 90/100     Robert Parker   92/100      James Suckling   94/100

    Quando bere:   2016/2027

  • Marchesi Frescobaldi – Tenuta Castelgiocondo – Toscana Igt. “LAMAIONE” 2013

    53,10
    Prodotto dal 1991 nella Tenuta di CastelGiocondo, Lamaione è un elegante Merlot di Toscana di grande struttura e di grande equilibrio al contempo. In questo angolo di Toscana il Merlot ha trovato un connubio perfetto con un terroir consistente per clima, esposizione e suolo, esprimendo un carattere deciso e strutturato ed un’elegante complessità.
    Contenitori Maturazione: Barriques nuove di rovere francese al 90 % e di un passaggio per il 10 %
    Tempo Maturazione: 24 mesi in barrique seguito da un ulteriore periodo di affinamento di 12 mesi in bottiglia.
    .
    Lamaione 2013 è frutto di un annata particolarmente favorevole per il Merlot che ha potuto maturare lentamente e completamente, grazie a una stagione soleggiata ma senza calore eccessivo. Si presenta con un colore rubino intenso e profondo. Al naso colpisce subito la grande ricchezza aromatica e complessità con note di cassis, piccoli frutti neri e amarene, con delicate note di vaniglia e caffè. In bocca è avvolgente, con tannini vellutati e privi di ogni spigolosità e gli intensi profumi di frutta a bacca nera riempiono il palato con una lunghissima persistenza.
    .
    Valutazioni:    Falstaff    93/100         Cellar Tracker    92/100
    .
    Quando bere:    2019/2029

     

  • ESAURITO

    Tenuta LUCE – Toscana Igt. Supertuscan “LUCE” 2013

    105,50

    Il vino Luce dell’azienda Luce della Vite nasce da un connubio perfetto tra la struttura e l’eleganza del Sangiovese e la rotondità e la morbidezza del Merlot. Grazie alla collaborazione dei Marchesi De’ Frescobaldi e a Robert Mondavi, è stata avviata questa opera innovativa di unire i due vitigni.

    La vinificazione prevede una fermentazione in acciaio inox a temperatura controllata inferiore ai 30°C, della durata di 12 giorni, con una macerazione sulle bucce di 4 settimane, a cui segue una fermentazione malolattica in barrique e un affinamento di 2 anni sempre in barriques per l’85% nuove e per il 15% di 2° passaggio, con conclusivo affinamento a gennaio del 2015.

    Versandolo nel bicchiere il Luce 2013 manifesta già la sua straordinaria ricchezza: dal colore intenso e impenetrabile al bouquet elegante e complesso. Al naso gli aromi sono vibranti variando dai frutti a bacca rossa, come ciliegia e lampone alle note speziate, arricchito da delicate note floreali.

    In bocca colpisce per il suo equilibrio e freschezza, con aromi lungamente persistenti al palato e tannini levigati e setosi che conferiscono una grande struttura priva di ogni spigolosità.

    .
    Valutazioni:   James Suckling    97/100      Wine Spectator     93/100       Falstaff    93/100
    .
    Quando bere:    no info

     

  • Tenuta LUCE – Brunello di Montalcino Docg. “LUCE DELLA VITE” 2013

    97,40

    Degli 88 ettari vitati di proprietà di Luce della Vite, 11 sono iscritti all’albo del Brunello di Montalcino.

    Qui nasce il Sangiovese per Luce Brunello, il nostro tributo a questo vino eccelso nato a Montalcino nella seconda metà dell’Ottocento.  Fu primo in Italia a conquistare, nel 1980, il riconoscimento della Denominazione d’Origine Controllata e Garantita e oggi è uno dei più rappresentativi tra i vini eccellenti made in Italy.
    Luce Brunello di Montalcino prosegue così un percorso di altissima qualità ispirato dall’ unicità del territorio di origine e dei grandi vini che qui nascono.

    Affinamento: Barrique di rovere francese spaccato: 90% di secondo passaggio, 10% nuove; Botti di rovere di Slavonia per almeno 24 mesi, in botte e in barrique; oltre 4 mesi in bottiglia.

    Questo Brunello 2013 si veste di rubino brillante. Il naso introduce note balsamiche, di macchia mediterranea, tabacco
    biondo e cacao. In seguito, si svelano le note di frutta nera matura, di ciliegia sotto spirito. La bocca esprime tannini precisi, eleganti ed equilibrati, sorretta da una stimolante sapidità e freschezza. Il finale ci regala una bella persistenza, dolci note di tabacco e di marmellata di ribes nero.
    Un vino che già si esprime a pieno e che potrà destinarsi ad un lungo invecchiamento.

    .
    Valutazioni:    Wine Spectator    92/100      Falstaff   93/100     Robert Parker   94/100     James Suckling    96/100
    .
    Quando bere:    2018/2032
  • Marchesi Frescobaldi – Brunello di Montalcino Docg. Riserva “RIPE AL CONVENTO” 2013

    97,70
    Il vigneto Ripe al Convento, da cui provengono le uve di Sangiovese, si trova ad un’altitudine di 450 metri s.l.m. ed è caratterizzato da suoli scistosi e galestrosi, con un’esposizione a sud. Le uve sono state vendemmiate manualmente, dopo una prima attenta selezione in vigna. All’arrivo in cantina sono state sottoposte ad ulteriore scrupoloso controllo, con cernita manuale di ogni chicco. La fermentazione è avvenuta in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata con rimontaggi frequenti soprattutto durante le prime fasi, per ottenere una buona estrazione delle componenti coloranti e di struttura. Il successivo periodo di maturazione in legno ha permesso di ottenere un’ottima stabilità ed un incremento della complessità aromatica e strutturale. Ripe al Convento è pronto all’immissione sul mercato 6 anni dopo la vendemmia e solo dopo un ulteriore affinamento in bottiglia.
    .
    Brunello Ripe al Convento 2013 si distingue immediatamente per il suo colore rosso rubino intenso con riflessi granato. La sua personalità carismatica emerge ancor più all’olfatto: una splendida complessità aromatica estremamente articolata. Le limpide note di piccoli frutti neri, di lamponi e di scorza di arancio candita sono arricchite da sottili note balsamiche, di incenso e foglia di the. Al palato si sviluppa con un frutto croccante ed una estrema freschezza. In fine la fitta struttura tannica, con tannini ben levigati e arrotondati gli conferiscono grande equilibrio. Estremamente lungo e persistente il finale.
    .
    Valutazioni:    Wine Enthusiast    95/100      Falstaff   95/100     Wine Spectator   93/100        James Suckling   97/100
    .
    Quando bere:    2020/2032

     

  • Marchesi Frescobaldi – Brunello di Montalcino Docg. “CASTELGIOCONDO” 2013

    45,30
    “CastelGiocondo è un luogo unico a Montalcino, dove la grande varietà di esposizioni e di terreni – galestro, argille e sabbie plioceniche – regalano a questo Brunello infinite sfumature. Una poliedricità di note che evolvono nel tempo e che mi fanno venir voglia continuamente di scoprire, assaporare e ricordare.”
    Vinificazione e maturazione: Le attente cure poste in vigna, assieme alle tipicità di questo inconfondibile terroir, hanno portato ad una bellissima vendemmia. Le uve di Sangiovese sono state vendemmiate a mano ed una volta arrivate in cantina, sottoposte ad una scrupolosa selezione. Le fermentazioni sono avvenute in serbatoi di acciaio inox a temperatura controllata, con rimontaggi frequenti soprattutto durante le prime fasi. Il vino è stato poi sottoposto ad un invecchiamento in legno, dove ha avuto modo di maturare, affinarsi ed equilibrarsi. CastelGiocondo Brunello è pronto all’immissione sul mercato 5 anni dopo la vendemmia e solo dopo un ulteriore affinamento in bottiglia.
    .
    Note organolettiche: Brunello CastelGiocondo 2013 si presenta di colore rosso rubino intenso. Al naso si esprime con netti aromi di lampone e frutti rossi arricchito da eleganti note di violetta. In bocca avvolgente ed armonico si articola con una elegante trama tannica ed una lunga sensazione sapida e minerale.
    .
    Valutazioni:    Wine Enthusiast    96/100      Falstaff   93/100     Wine Spectator   93/100
    .
    Quando bere:    2018/2033