• Giacomo Bologna – Barbera d’Asti Docg. “AI SUMA” 2019

    65,40

    Prodotto solo in annate eccezionali, Ai Suma in dialetto piemontese significa “ci siamo”, esclamazione di Giacomo Bologna quando capiva che un suo vino era arrivato al punto perfetto di maturazione. L’etichetta si ispira a una foto di famiglia, uno scatto in cui Giacomo sorride alla moglie Anna. Quasi un timbro, il sorriso in etichetta è il sigillo del vignaiolo che accompagna il suo vino.

    Uva e Vigneto

    Prodotto con uve Barbera 100% da raccolta tardiva da vigneti di proprietà a Rocchetta Tanaro.
    In Cantina
    La macerazione sulle bucce avviene per 20 giorni a temperatura controllata. Il vino matura 15 mesi in carati di rovere quindi affina in bottiglia per un anno.

    Colore rosso rubino molto intenso con riflessi granata. Profumo ampio, ricco e complesso, con numerosi sentori di frutti di bosco e in sottofondo note di vaniglia, liquirizia e cacao. Sapore pieno, poderoso, di grande struttura ma allo stesso tempo elegante e sensuale, armonico e molto persistente.

    Valutazioni:     No info

    Quando bere:  No info

     

  • Giuseppe Quintarelli – Veneto IGT. Cabernet “ALZERO” 2013

    304,10

    Il Rosso Alzero di Giuseppe Quintarelli rappresenta uno dei prodotti enogastronomici più apprezzati dell’Italia orientale. Considerato tra i migliori vini rossi provenienti dal Veneto, è realizzato con i vigneti coltivati a Negrar, comune veronese situato nel cuore della Valpolicella. Etichetta raffinata e di eccellente qualità, il Veneto IGT è composto da Cabernet Franc al 40%, da Cabernet Sauvignon al 40% e da Merlot al 20% rimanente.

    Nella spettacolare cornice dei filari veronesi, caratterizzati da un terreno fertile e leggermente sabbioso, tra fine agosto e inizio settembre si svolge la vendemmia. Dopo il taglio manuale dell’uva i grappoli vengono portati presso l’azienda e lasciati a riposo in cassette di legno almeno fino a dicembre. Gli acini sono dunque sottoposti a una diraspatura dolce, da cui viene estratto il mosto. La fermentazione dura circa 50 giorni e viene effettuata aggiungendo dei lieviti indigeni, a una temperatura controllata di 24-26 °C.

    L’affinamento del vino si svolge in due fasi, per un periodo totale di 60 mesi nei quali il Veneto IGT è chiamato alla maturazione. Nei primi 30 mesi il vino è lasciato invecchiare in botti di rovere francese, successivamente esso viene trasferito in un grande barile in legno di Slavonia. Le proprietà organolettiche possono così evidenziarsi e mostrare tutte le loro qualità.

    La potenza di questo vino si percepisce già allo sguardo; color rosso rubino intenso e grande consistenza. Grande complessità al naso con sentori di spezie, frutta secca e note vanigliate e di cacao. In bocca si conferma la sensazione di potenza percepita alla vista e al naso; morbido, con note di frutta matura e marmellata, lunghissimo il finale. Da stappare nelle occasioni più importanti si abbina a piatti strutturati a base di carne rossa e selvaggina.

    Valutazioni:    Non ci sono ancora recensioni critiche per questa annata.

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

     

     

  • ESAURITO

    Giacomo Bologna – Barbera d’Asti Docg. “AI SUMA” 2017

    56,70

    Prodotto solo in annate eccezionali, Ai Suma in dialetto piemontese significa “ci siamo”, esclamazione di Giacomo Bologna quando capiva che un suo vino era arrivato al punto perfetto di maturazione. L’etichetta si ispira a una foto di famiglia, uno scatto in cui Giacomo sorride alla moglie Anna. Quasi un timbro, il sorriso in etichetta è il sigillo del vignaiolo che accompagna il suo vino.

    Uva e Vigneto

    Prodotto con uve Barbera 100% da raccolta tardiva da vigneti di proprietà a Rocchetta Tanaro.
    In Cantina
    La macerazione sulle bucce avviene per 20 giorni a temperatura controllata. Il vino matura 15 mesi in carati di rovere quindi affina in bottiglia per un anno.

    Colore rosso rubino molto intenso con riflessi granata. Profumo ampio, ricco e complesso, con numerosi sentori di frutti di bosco e in sottofondo note di vaniglia, liquirizia e cacao. Sapore pieno, poderoso, di grande struttura ma allo stesso tempo elegante e sensuale, armonico e molto persistente.

    Valutazioni:     Robert Patker    95/100

    Quando bere:  2020/2035

     

  • ESAURITO

    Giuseppe Quintarelli – Veneto IGT. Cabernet “ALZERO” 2012

    297,20

    Il Rosso Alzero di Giuseppe Quintarelli rappresenta uno dei prodotti enogastronomici più apprezzati dell’Italia orientale. Considerato tra i migliori vini rossi provenienti dal Veneto, è realizzato con i vigneti coltivati a Negrar, comune veronese situato nel cuore della Valpolicella. Etichetta raffinata e di eccellente qualità, il Veneto IGT è composto da Cabernet Franc al 40%, da Cabernet Sauvignon al 40% e da Merlot al 20% rimanente.

    Nella spettacolare cornice dei filari veronesi, caratterizzati da un terreno fertile e leggermente sabbioso, tra fine agosto e inizio settembre si svolge la vendemmia. Dopo il taglio manuale dell’uva i grappoli vengono portati presso l’azienda e lasciati a riposo in cassette di legno almeno fino a dicembre. Gli acini sono dunque sottoposti a una diraspatura dolce, da cui viene estratto il mosto. La fermentazione dura circa 50 giorni e viene effettuata aggiungendo dei lieviti indigeni, a una temperatura controllata di 24-26 °C.

    L’affinamento del vino si svolge in due fasi, per un periodo totale di 60 mesi nei quali il Veneto IGT è chiamato alla maturazione. Nei primi 30 mesi il vino è lasciato invecchiare in botti di rovere francese, successivamente esso viene trasferito in un grande barile in legno di Slavonia. Le proprietà organolettiche possono così evidenziarsi e mostrare tutte le loro qualità.

    La potenza di questo vino si percepisce già allo sguardo; color rosso rubino intenso e grande consistenza. Grande complessità al naso con sentori di spezie, frutta secca e note vanigliate e di cacao. In bocca si conferma la sensazione di potenza percepita alla vista e al naso; morbido, con note di frutta matura e marmellata, lunghissimo il finale. Da stappare nelle occasioni più importanti si abbina a piatti strutturati a base di carne rossa e selvaggina.

    Valutazioni:    Non ci sono ancora recensioni critiche per questa annata.

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

     

     

  • ESAURITO

    Giuseppe Quintarelli – Amarone della Valpolicella Classico Riserva DOCG. 2011

    521,60

    L’Amarone Riserva viene prodotto solo nelle migliori annate. Le uve, selezionate con particolare cura al momento della vendemmia, vengono portate nel fruttaio e subito messe a riposo in cassette di legno e sui graticci. E’ importante adagiare le uve in modo adeguato affinché l’appassimento possa aver luogo in maniera completamente naturale. I primi segnali di muffa nobile compaiono a fine novembre – inizio dicembre e si sviluppano maggiormente nel mese di gennaio. Verso la fine di gennaio si pigiano le uve e, dopo circa 20 giorni di macerazione, inizia la fermentazione alcolica ad opera dei lieviti indigeni. La fermentazione avviene molto lentamente e dura circa 45 giorni. Dopo di ché si svina e il futuro Amarone viene messo in botti di rovere di Slavonia medio-piccole, dove effettua la propria maturazione per più di dieci anni. Durante questo periodo avvengono altre fermentazioni alcoliche che permettono di ottenere un vino secco di straordinaria struttura e complessità. Il vino è un blend di 55% Corvina, 25% Rondinella, 15% Cabernet Sauvignon integrato con alcuni sentori di Nebbiolo, Sangiovese e Croatina.

    Colore rosso rubino scuro, all’ olfatto esprime un bouquet elegante con aromi di frutta rossa matura, ciliegia, prugna, aroma di radice di liquirizia, morbide spezie, note di cacao amaro e cioccolato. Il sorso è ampio, caldo e avvolgente, con aromi densi, persistenti e tannini levigati, il finale è lungo e molto armonioso.

     

    Valutazioni:    Non ci sono ancora recensioni critiche per questa annata.

    Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

     

     

     

  • ESAURITO

    Giacomo Bologna – Barbera d’Asti Docg. “BRICCO DELL’UCCELLONE” 2017

    51,20

    L’Uccellone era il soprannome di una donna che viveva nella collina delle vigne. Il suo naso ricordava il becco di un uccello, in più vestiva sempre di nero: questo le valse il soprannome in paese. Da qui il nome Bricco dell’Uccellone.

    In Cantina

    La macerazione sulle bucce avviene a temperatura controllata e dura 20 giorni. Il vino passa poi nelle botti di legno di rovere dove affina per 12 mesi, quindi ancora un anno in bottiglia.
    • Vista: rosso rubino intenso, tendente al granato.
    • Naso: un aroma ricco, complesso, ad alta concentrazione e spessore, le note di frutti rossi e frutti di bosco, menta, vaniglia e liquirizia
    • Bocca: sapore generoso, con un grande corpo e grande struttura, perfetto mix di caratteristiche del vitigno e l’apporto del legno. Morbido ed elegante, una persistenza finale decisiva, fruttato.

    Valutazioni
    Robert Parker   95/100       Wine Spectator    91/100

    Quando bere:   2020/2035

     

  • ESAURITO

    Giacomo Bologna – Barbera d’Asti Docg. “BRICCO DELL’UCCELLONE” 2016 Magnum

    105,30

    L’Uccellone era il soprannome di una donna che viveva nella collina delle vigne. Il suo naso ricordava il becco di un uccello, in più vestiva sempre di nero: questo le valse il soprannome in paese. Da qui il nome Bricco dell’Uccellone.

    In Cantina

    La macerazione sulle bucce avviene a temperatura controllata e dura 20 giorni. Il vino passa poi nelle botti di legno di rovere dove affina per 12 mesi, quindi ancora un anno in bottiglia.
    • Vista: rosso rubino intenso, tendente al granato.
    • Naso: un aroma ricco, complesso, ad alta concentrazione e spessore, le note di frutti rossi e frutti di bosco, menta, vaniglia e liquirizia
    • Bocca: sapore generoso, con un grande corpo e grande struttura, perfetto mix di caratteristiche del vitigno e l’apporto del legno. Morbido ed elegante, una persistenza finale decisiva, fruttato.

    Valutazioni
    Robert Parker   95/100       Cellar Tracker   92/100

    Quando bere:   2020/2035

     

  • Giacomo Bologna – Barbera d’Asti Docg. “BRICCO DELL’UCCELLONE” 2016

    54,70

    L’Uccellone era il soprannome di una donna che viveva nella collina delle vigne. Il suo naso ricordava il becco di un uccello, in più vestiva sempre di nero: questo le valse il soprannome in paese. Da qui il nome Bricco dell’Uccellone.

    In Cantina

    La macerazione sulle bucce avviene a temperatura controllata e dura 20 giorni. Il vino passa poi nelle botti di legno di rovere dove affina per 12 mesi, quindi ancora un anno in bottiglia.
    • Vista: rosso rubino intenso, tendente al granato.
    • Naso: un aroma ricco, complesso, ad alta concentrazione e spessore, le note di frutti rossi e frutti di bosco, menta, vaniglia e liquirizia
    • Bocca: sapore generoso, con un grande corpo e grande struttura, perfetto mix di caratteristiche del vitigno e l’apporto del legno. Morbido ed elegante, una persistenza finale decisiva, fruttato.

    Valutazioni
    Robert Parker   95/100       Cellar Tracker   92/100

    Quando bere:   2020/2035

     

  • Giacomo Bologna – Barbera d’Asti Docg. “BRICCO DELL’UCCELLONE” 2012 Magnum

    116,00

    L’Uccellone era il soprannome di una donna che viveva nella collina delle vigne. Il suo naso ricordava il becco di un uccello, in più vestiva sempre di nero: questo le valse il soprannome in paese. Da qui il nome Bricco dell’Uccellone.

    In Cantina

    La macerazione sulle bucce avviene a temperatura controllata e dura 20 giorni. Il vino passa poi nelle botti di legno di rovere dove affina per 12 mesi, quindi ancora un anno in bottiglia.
    • Vista: rosso rubino intenso, tendente al granato.
    • Naso: un aroma ricco, complesso, ad alta concentrazione e spessore, le note di frutti rossi e frutti di bosco, menta, vaniglia e liquirizia
    • Bocca: sapore generoso, con un grande corpo e grande struttura, perfetto mix di caratteristiche del vitigno e l’apporto del legno. Morbido ed elegante, una persistenza finale decisiva, fruttato.

    Valutazioni
    Wine Spectator 91/100   Falstaff Magazin  94/100    Cellar Tracker   92/100

     

  • ESAURITO

    Giacomo Bologna – Barbera d’Asti Docg. “BRICCO DELL’UCCELLONE” 2012

    52,30

    L’Uccellone era il soprannome di una donna che viveva nella collina delle vigne. Il suo naso ricordava il becco di un uccello, in più vestiva sempre di nero: questo le valse il soprannome in paese. Da qui il nome Bricco dell’Uccellone.

    In Cantina

    La macerazione sulle bucce avviene a temperatura controllata e dura 20 giorni. Il vino passa poi nelle botti di legno di rovere dove affina per 12 mesi, quindi ancora un anno in bottiglia.
    • Vista: rosso rubino intenso, tendente al granato.
    • Naso: un aroma ricco, complesso, ad alta concentrazione e spessore, le note di frutti rossi e frutti di bosco, menta, vaniglia e liquirizia
    • Bocca: sapore generoso, con un grande corpo e grande struttura, perfetto mix di caratteristiche del vitigno e l’apporto del legno. Morbido ed elegante, una persistenza finale decisiva, fruttato.

    Valutazioni
    Wine Spectator 91/100   Falstaff Magazin  94/100    Cellar Tracker   92/100

     

  • Giacomo Bologna – Barbera d’Asti Docg. “BRICCO DELL’UCCELLONE” 2011 Magnum

    116,00

    L’Uccellone era il soprannome di una donna che viveva nella collina delle vigne. Il suo naso ricordava il becco di un uccello, in più vestiva sempre di nero: questo le valse il soprannome in paese. Da qui il nome Bricco dell’Uccellone.

    In Cantina

    La macerazione sulle bucce avviene a temperatura controllata e dura 20 giorni. Il vino passa poi nelle botti di legno di rovere dove affina per 12 mesi, quindi ancora un anno in bottiglia.
    • Vista: rosso rubino intenso, tendente al granato.
    • Naso: un aroma ricco, complesso, ad alta concentrazione e spessore, le note di frutti rossi e frutti di bosco, menta, vaniglia e liquirizia
    • Bocca: sapore generoso, con un grande corpo e grande struttura, perfetto mix di caratteristiche del vitigno e l’apporto del legno. Morbido ed elegante, una persistenza finale decisiva, fruttato.

    Valutazioni
    The Wine Front   93/100       Wine Spectator    92/100

    Quando bere:   2014/2036

     

  • Giacomo Bologna – Barbera d’Asti Docg. “BRICCO DELL’UCCELLONE” 2011

    52,00

    L’Uccellone era il soprannome di una donna che viveva nella collina delle vigne. Il suo naso ricordava il becco di un uccello, in più vestiva sempre di nero: questo le valse il soprannome in paese. Da qui il nome Bricco dell’Uccellone.

    In Cantina

    La macerazione sulle bucce avviene a temperatura controllata e dura 20 giorni. Il vino passa poi nelle botti di legno di rovere dove affina per 12 mesi, quindi ancora un anno in bottiglia.
    • Vista: rosso rubino intenso, tendente al granato.
    • Naso: un aroma ricco, complesso, ad alta concentrazione e spessore, le note di frutti rossi e frutti di bosco, menta, vaniglia e liquirizia
    • Bocca: sapore generoso, con un grande corpo e grande struttura, perfetto mix di caratteristiche del vitigno e l’apporto del legno. Morbido ed elegante, una persistenza finale decisiva, fruttato.

    Valutazioni
    The Wine Front   93/100       Wine Spectator    92/100

    Quando bere:   2014/2036