ESAURITO

Prunotto – Barbaresco Docg. “BRIC TUROT” 2015 (Oak box)

43,00

Il 2015 è iniziato con un inverno caratterizzato da abbondanti nevicate che hanno garantito l’accumulo di un’ottima riserva idrica. Una primavera con temperature miti ha favorito un anticipo del ciclo vegetativo protrattosi per l’intero. Il successivo periodo è stato contraddistinto da un clima tendenzialmente secco e con temperature superiori alla media storica fino alla fine di agosto. Il caldo non ha influenzato minimamente la maturazione dell’uva, grazie anche alle riserve idriche presenti nel suolo. La vendemmia è iniziata il 23 settembre e si è conclusa 26 dello stesso mese. All’arrivo in cantina le uve sono state diraspate e pigiate. La macerazione è decorsa in circa 15 giorni ad una temperatura massima di 30 °C. La fermentazione malolattica si è conclusa prima dell’inverno. Il vino ha maturato per almeno 12 mesi in botti di rovere di diversa capacità. Successivamente Bric Turot ha affinato ulteriormente in bottiglia prima dell’uscita sul mercato.

Bric Turot 2015 si presenta di un colore rosso granato intenso con riflessi rubino scuro. Al naso è complesso, con sentori di liquirizia ben in armonia con piccoli frutti di sottobosco, cannella, chiodi di garofano e piacevoli sensazioni di viola. Al palato colpisce per tannini pieni ed avvolgenti. Lungo il retrogusto di frutta matura

Valutazioni:   Wine Spectator   92/100         Robert Parker     91/100

Quando bere:  2018/2030

ESAURITO

Descrizione

Fondata a inizio secolo nel comune di Serralunga, l’azienda venne rapidamente rilevata da Alfredo Prunotto e la moglie Luigina nel 1922. La passione dei due coniugi per il lavoro nella tenuta porterà i loro vini a varcare i confini nazionali per far conoscere anche all’estero la bontà e l’alta qualità dell’enologia delle Langhe. Nel 1956 Beppe Colla e Carlo Filiberti subentrano ad Alfredo nella gestione della cantina. Si assiste a un’espansione considerevole, con l’individuazione e l’acquisto di terreni particolarmente votati alla coltura della vite. Con gli anni ‘70 e ‘80 iniziano la progettazione e la costruzione della nuova Cantina di Alba, oltre che la collaborazione con i Marchesi Antinori, una delle famiglie storicamente più importanti dell’enogastronomia italiana, che si occuperà della distribuzione. Oggi la cantina spicca per la qualità del terroir delle proprie tenute, che permette di offrire numerose bottiglie DOCG pregiate. Importanti anche i diversi vigneti coltivati, che variano in altitudine dai 180 ai 300 metri sul livello del mare, come il Bric Turot, della zona di Barbaresco, il Mompertone, e il Bussia per la produzione del Barolo, color rosso granato, dal profumo complesso e sapore equilibrato e vellutato.

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Vitigni

Gradazione

Paese

Regione

Formato