ESAURITO

Pol Roger – Champagne Brut Cuvèe “SIR WINSTON CHURCHIL” Millesime 2009

226,80

Potenza e raffinatezza

Champagne Pol Roger ha creato la sua Prestige Cuvée in omaggio a Sir Winston Churchill memore delle qualità che ricercava nel suo champagne: robustezza, carattere corposo e relativa maturità. L’esatta miscela è un segreto di famiglia gelosamente custodito ma è innegabile che la composizione incontrerebbe l’approvazione dell’uomo a cui è dedicata: “I miei gusti sono semplici, mi accontento facilmente del meglio”. Il Pinot Nero predomina, fornendo struttura, ampiezza e robustezza mentre lo Chardonnay contribuisce con eleganza, finezza e finezza. Composto esclusivamente da uve provenienti da vigneti Grands Crus Pinot Nero e Chardonnay che erano già in vigna durante la vita di Churchill.La Cuvée Sir Winston Churchill è prodotta solo nelle migliori annate e viene sempre rilasciata più tardi degli altri Champagne datati vintage di Pol Roger, segnando l’apprezzamento di Churchill per i vini più vecchi.
L’affinamento sui lieviti di circa 10 anni, dona profondità e ricchezza, rendendo la Cuvée Sir Winston Churchill uno champagne di rara complessità.

Il vino ha un invitante colore dorato brillante e un flusso di bollicine fine e regolare.
All’inizio il naso raffinato emana sottili sentori di brioche e spezie dolci che si combinano con aromi di agrumi e fragranze floreali.
Man mano che il vino si scalda nel bicchiere, diventa più potente e al naso sviluppa complesse sfumature di noci tostate, fiori d’acacia e nido d’ape.
Al palato è rotondo e cremoso sostenuto da note di frutta fresca.
La struttura è opulenta, sostenuta da un favoloso equilibrio. Il finale è lungo e potente.

Valutazioni:     Wine Enthusiast   97/100     Robert Parker  95/100     Falstaff  95/100
.                       Wine Spectator 95/100     Cellar Tracker 95/100

Quando bere:  2020/2050

Dato il loro valore, le bottiglie di pregio come questa non sono soggette a eventuali promozioni.

ESAURITO

Descrizione

Pol Roger fece la sua prima vendita di vino nel gennaio 1849. Le circostanze familiari lo costrinsero ad avviare un’attività: suo padre, notaio, aveva contratto una malattia incurabile e non poteva più esercitare la sua attività. Il cliente era un commerciante di A, il villaggio natale di Pol Roger. L’azienda si è sviluppata rapidamente. Da Aÿ, si trasferì a Epernay nel 1851. Già nel 1855 Pol iniziò a favorire la produzione di Champagne brut. Sapeva che questo era il tipo di Champagne preferito dagli inglesi. Nel 1899, quando il suo fondatore morì, il marchio aveva acquisito un’invidiabile quantità di riconoscimenti. Ci sono voluti solo una trentina d’anni…
Il 23 febbraio 1900 avvenne un disastro: parte delle cantine e degli edifici crollarono. Cinquecento botti e un milione e mezzo di bottiglie sono andate perdute. A questo punto, i figli di Pol Roger, Maurice e Georges, erano a capo dell’azienda. Una dimostrazione di solidarietà unita alla determinazione dei fratelli ha permesso all’azienda di superare questa catastrofe.
Le esportazioni progredirono e molte teste coronate divennero clienti del marchio. I migliori ristoranti degli Champs-Elysées servivano Pol Roger, ma la prima guerra mondiale fermò questa espansione.
Il proibizionismo negli Stati Uniti e la rivoluzione russa resero più difficili le aperture all’esportazione. Eppure Pol Roger Champagne era presente in sempre più paesi e l’espansione dell’azienda continuò. Il controllo diretto della famiglia fondatrice sull’azienda l’ha aiutata a mantenere la sua identità man mano che cresceva.
Poi venne la crisi del 1929 che rese difficile la situazione economica. Quando i tedeschi occuparono la Francia durante la seconda guerra mondiale, la produzione e l’acquisto di Champagne erano controllati dalla Wehrmacht.
La figura emblematica di Winston Churchill ha lasciato il segno nel dopoguerra. Questo statista britannico era un cliente incrollabile dell’azienda: “l’indirizzo più delizioso del mondo”, dichiarò.
La celebre Cuvée Winston Churchill è nata nel 1975 e lanciata al Blenheim Palace solo in magnum.
Allo stesso tempo, l’azienda si è sviluppata e ha raggiunto i 210 acri nel 1999. L’anno precedente, gli Stati Uniti erano diventati il ​​più grande mercato di esportazione.
Pol Roger detiene l’attuale Royal Warrant come fornitori di champagne alla  Regina_Elisabetta_II
Oltre al proprio vigneto di 92 ettari, la casa ha lavorato instancabilmente per garantire l’approvvigionamento delle migliori uve dai viticoltori, al fine di mantenere l’attuale livello di eccellenza riconosciuto in tutto il mondo

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Anno

Paese

Gradazione