Pol Roger Brut Reserve

49,80

Tutto il know-how della nostra azienda si rivela nella sua capacità di riprodurre ogni anno un blend coerente nello stile e nella qualità. Elegante e raffinata, la cuvée Brut Réserve è lo champagne di tutte le occasioni.
Il Brut Réserve è un blend in parti uguali dei tre vitigni champenois: pinot nero, pinot meunier e chardonnay provenienti da 30 cru diversi. Il 25% di vini di riserva vengono utilizzati per produrre questa cuvée:

– Il Pinot Nero (che porta struttura, corpo e potenza) è prodotto principalmente da alcuni dei migliori cru della Montagne de Reims.

– Il Pinot Meunier (che garantisce freschezza, rotondità e fruttato) è ottenuto da diversi cru della Vallée de la Marne e della zona di Epernay.

– Lo Chardonnay (aggiungendo la sua complessità aromatica, finezza, eleganza e leggerezza) proviene da Epernay e da alcuni dei migliori cru della Côte des Blancs.

Dopo quattro anni di invecchiamento nelle nostre cantine, il suo stile unisce complessità, equilibrio e distinzione.

Una volta raccolte, le uve vengono immediatamente e delicatamente pigiate. Il mosto subisce un primo débourbage (decantazione) presso il torchio e un secondo nella nostra cantina, à froid (a 6°C) nell’arco di 24 ore. La fermentazione alcolica avviene a bassa temperatura (18°C) in tini di acciaio inox termocondizionati, con ogni varietà e la produzione di ogni paese tenute separate fino all’assemblaggio finale. Tutti i nostri vini sono sottoposti a fermentazione malolattica. Dopo la degustazione, l’assemblaggio e l’imbottigliamento, la presa di spuma (prise de mousse) e la maturazione avvengono nell’atmosfera fresca delle nostre cantine situate a 33 metri sotto il livello stradale. Ogni bottiglia viene sottoposta a un tradizionale remuage (remuage manuale) prima della sboccatura e del dosaggio, ei vini riposano per un minimo di tre mesi prima di essere commercializzati.

Pol Roger Brut Réserve presenta un bel colore paglierino dorato, nonché bollicine abbondanti e fini. Con un naso potente e attraente, offre prima aromi di frutta (pera, mango …) e poi rilascia aromi leggeri di caprifoglio e gelsomino bianco, indugiando su note di vaniglia e brioche. Dietro un attacco franco e dinamico, il vino racchiude una bella armonia e una piacevole freschezza, pur conservando una certa struttura. Al palato, sapori di frutta cotta (gelatina di mele cotogne, confettura di albicocche) si mescolano felicemente a profumi di cera d’api e miele d’acacia. Spiccano gli aromi persistenti, composti sia da note fruttate (buccia d’arancia candita, mandarino…) che speziate (cardamomo, anice).

Valutazioni:         Falstaff  92/100

Disponibile

Descrizione

Pol Roger fece la sua prima vendita di vino nel gennaio 1849. Le circostanze familiari lo costrinsero ad avviare un’attività: suo padre, notaio, aveva contratto una malattia incurabile e non poteva più esercitare la sua attività. Il cliente era un commerciante di A, il villaggio natale di Pol Roger. L’azienda si è sviluppata rapidamente. Da Aÿ, si trasferì a Epernay nel 1851. Già nel 1855 Pol iniziò a favorire la produzione di Champagne brut. Sapeva che questo era il tipo di Champagne preferito dagli inglesi. Nel 1899, quando il suo fondatore morì, il marchio aveva acquisito un’invidiabile quantità di riconoscimenti. Ci sono voluti solo una trentina d’anni…
Il 23 febbraio 1900 avvenne un disastro: parte delle cantine e degli edifici crollarono. Cinquecento botti e un milione e mezzo di bottiglie sono andate perdute. A questo punto, i figli di Pol Roger, Maurice e Georges, erano a capo dell’azienda. Una dimostrazione di solidarietà unita alla determinazione dei fratelli ha permesso all’azienda di superare questa catastrofe.
Le esportazioni progredirono e molte teste coronate divennero clienti del marchio. I migliori ristoranti degli Champs-Elysées servivano Pol Roger, ma la prima guerra mondiale fermò questa espansione.
Il proibizionismo negli Stati Uniti e la rivoluzione russa resero più difficili le aperture all’esportazione. Eppure Pol Roger Champagne era presente in sempre più paesi e l’espansione dell’azienda continuò. Il controllo diretto della famiglia fondatrice sull’azienda l’ha aiutata a mantenere la sua identità man mano che cresceva.
Poi venne la crisi del 1929 che rese difficile la situazione economica. Quando i tedeschi occuparono la Francia durante la seconda guerra mondiale, la produzione e l’acquisto di Champagne erano controllati dalla Wehrmacht.
La figura emblematica di Winston Churchill ha lasciato il segno nel dopoguerra. Questo statista britannico era un cliente incrollabile dell’azienda: “l’indirizzo più delizioso del mondo”, dichiarò.
La celebre Cuvée Winston Churchill è nata nel 1975 e lanciata al Blenheim Palace solo in magnum.
Allo stesso tempo, l’azienda si è sviluppata e ha raggiunto i 210 acri nel 1999. L’anno precedente, gli Stati Uniti erano diventati il ​​più grande mercato di esportazione.
Pol Roger detiene l’attuale Royal Warrant come fornitori di champagne alla  Regina_Elisabetta_II
Oltre al proprio vigneto di 92 ettari, la casa ha lavorato instancabilmente per garantire l’approvvigionamento delle migliori uve dai viticoltori, al fine di mantenere l’attuale livello di eccellenza riconosciuto in tutto il mondo

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Paese

Gradazione

Formato