ESAURITO

Contratto-Metodo Classico “CUVEE NOVECENTO” Pas Dosè 2010

26,20

La Cuvée Novecento 2010 di Contratto è un Metodo Classico prodotto con uve di Pinot Nero (70%) e Chardonnay (30%), vinificate separatamente in base al vigneto di provenienza. Dopo la diraspatura, l’uva passa nella pressa senza essere pigiata. Dalla sgrondatura degli acini, otteniamo il mosto fiore, ovvero la parte più preziosa del succo. La prima fermentazione ha luogo in vasche d’acciaio a temperatura
controllata; seguono circa 9 mesi di affinamento sempre in acciaio e infine l’imbottigliamento. La seconda fermentazione in bottiglia è seguita da almeno 100 mesi di affinamento sui lieviti. Il remuage avviene manualmente.

DOSAGGIO ALLA SBOCCATURA: zero

Di un’ampiezza regale il sorso sembra non voler mai abbandonare le nostre papille, merito della mineralità e della freschezza che in 8 lunghi anni hanno saputo pazientemente affinarsi e fondersi. Uno Spumante che non può non far nascere la curiosità di chi ama vini dalla complessa ricchezza aromatica, che ci spinge a stappare la bottiglia anche grazie all’invitante sguardo della donna in etichetta

COLORE: giallo paglierino.
PROFUMO: sentori di panettone e datteri, con delicate note di miele, di frutta secca, scorza di agrumi.
GUSTO: all’assaggio è intenso e deciso ma elegante e strutturato con piacevoli sentori di pasticceria, di grande freschezza e mineralità
Il finale è lungo e pulito, con un perlage fine e persistente.

Valutazioni:     Robert Parker   93+/100       James Suckling   93/100

 

 

 

ESAURITO

Descrizione

Giuseppe Contratto fonda la sua cantina nel 1867, quando inizia a vinificare uve moscato provenienti dalla zona del Monferrato, producendo uno dei primi spumanti italiani rifermentati in bottiglia. Sempre in quegli anni la famiglia Contratto inizia la costruzione della storica cantina, che viene poi conclusa all’inizio del Novecento. 

È intorno al 1910 che i vini di Contratto iniziano a conquistare i mercati esteri divenendo sinonimo di prestigio e qualità nel mondo degli spumanti, tanto che l’azienda di Canelli diventa fornitore ufficiale del Vaticano, della casa reale belga e, nel 1913, della famiglia reale Savoia.

Nel 1919 Contratto produce il primo spumante italiano millesimato, una scelta innovativa da parte della casa spumantistica piemontese che mira ad esaltare le caratteristiche di ogni singola annata. Nel 1920 Contratto comincia la produzione di Vermouth e Liquori. Le tecniche di lavorazione e le ricette di allora sono rimaste pressappoco inalterate, cosicché ancora oggi si possano apprezzare i sapori di allora. I Contratto rimangono alla guida della cantina fino al 1993, quando la famiglia Bocchino, già proprietaria dell’omonima distilleria, prende le redini dell’azienda iniziando una notevole opera di ristrutturazione della Cattedrale del Vino, della corte interna e della sala di degustazione. Giorgio Rivetti, da sempre grande amante dello Champagne, inizia a collaborare con Bocchino, intuendo fin da subito il grande potenziale della storica casa spumantistica. Poco dopo, nel 2011, i Rivetti decidono di compiere un passo importante e acquisiscono la cantina. La filosofia e la passione che hanno reso celebre La Spinetta, si riflettono immediatamente in questo nuovo progetto. Subito viene presa una decisione fondamentale: l’acquisizione di diversi ettari di terreno, in parte già vitati, vicino al piccolo paese di Bossolasco. Situata nella parte più alta delle Langhe, la zona di Bossolasco si presta perfettamente alla coltivazione di Pinot Noir e Chardonnay, uve impiegate nella produzione dell’Alta Langa Docg. Questo segna l’ingresso ufficiale di Contratto nel Consorzio Alta Langa, diventando un punto di riferimento per l’intera denominazione.

Contratto - Storia

Contratto - Storia

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Anno

Produttore

Vitigni

Paese

Regione

Gradazione

Formato