ESAURITO

Collemassari – Montecucco Riserva DOCG. “POGGIO LOMBRONE” 2016

28,40

Vino che nasce da una selezione di uve provenienti dai migliori vigneti del Sangiovese coltivati su un terreno di tufo, argilloso, calcareo e marnoso a 300 metri di altitudine. I vigneti sono di tipo biologico, di conseguenza la resa è ridotta a soli 60 quintali per ettaro. L’uva viene raccolta manualmente, la fermentazione alcolica avviene in piccoli recipienti conici di legno, i cui coperchi vengono rovesciati e dove la fermentazione del mosto impiega più tempo. La fermentazione malolattica avviene in botti di rovere di 40 hl, in cui il vino continua a maturare per almeno altri 18 mesi. L’affinamento avviene in bottiglia per almeno altri 12 mesi.
Rosso rubino scuro, al naso è complesso, pulito, fine e avvolgente: si espande con aromi di marasca e viola e prosegue con una dolce speziatura prima di una piacevole sensazione minerale.
All’assaggio è di ottimo corpo, muscolare, con un sorso che si annuncia sin da subito forte, grazie a un notevole grip tannico.
Si abbina a piatti a base di selvaggina, carne alla griglia, piatti a base di funghi, piatti con tartufo e formaggi di montagna stagionati
.
Valutazioni:  Decanter   95/100      James Suckling   91/100     Wine Spectator   93/100
.
Quando bere:    2022/2029

 

ESAURITO

Descrizione

Castello ColleMassari è un produttore italiano situato nella DOC Montecucco della Toscana. Il Sangiovese è nel complesso l’uva predominante mentre il Vermentino è il vitigno bianco più piantato. ColleMassari è stata fondata nel 1998 dai fratelli Maria Iris Bertarelli  e Claudio Tipa, che da allora si sono ampliati con altre tre tenute: Grattamacco a Bolgheri (acquisita nel 2002); e Poggio di Sotto (2011) e Tenuta San Giorgio (2016) a Montalcino .

La tenuta ColleMassari copre un’ampia superficie di 1200 ettari (2900 acri) sebbene solo il dieci percento – 120 ettari – sia a vigneto. Altri 90 ettari (220 acri) sono uliveti e la tenuta produce il proprio olio d’oliva biologico.

I vigneti sono composti da cinque tipi di terreno dominanti: arenaria fessurata, ghiaia marina, calcare e argilla, argilla rossa e terriccio argilloso. Tutte le viti sono allevate con pratiche di agricoltura biologica certificata ICEA (Istituto Certificazione Etica e Ambientale).

 

Colle Massari è stato nominato Produttore di Vino del 2014 dalla guida gastronomica italiana Gambero Rosso. Nel 2020 Claudio Tipa è stato nominato Enologo dell’anno nella guida 2021 del Corriere della Sera dei 100 migliori vini e produttori di vino d’Italia

Informazioni aggiuntive

Carta dei Vini

Produttore

Anno

Vitigni

Gradazione

Paese

Regione

Formato