• Elena Walch – Alto Adige Doc. PINOT BIANCO 2022

    12,90

    TERROIR
    Vigneti con forte pendenza composti da terreni leggeri con tessiture calcaree e
    porfiriche. Un’interessante sinergia si crea tra la freschezza dei terreni posti in
    altitudine fino ai 900 m s.l.m. e le zone più calde ad un’altezza media di 250m
    s.l.m. Raccolta a mano con cernita attenta.

    VINIFICAZIONE
    Le uve vengono pressate in maniera soffice ed il mosto subisce la chiarifica statica.
    Successivamente viene fermentato in serbatoi d’acciaio ad una temperatura
    controllata di 20°C. Il vino poi affina per alcuni mesi sui propri lieviti in contenitori
    inox

    DEGUSTAZIONE
    I brillanti riflessi giallo paglierino del Pinot Bianco rivelano un delicato bouquet,
    che spazia dalle note fruttate di mela ad un delicato sentore di erbe. Al palato
    colpiscono la sua elegante pienezza, la mineralitá e la vivace acidità che sfocia in
    persistente freschezza.

    • Potenziale di invecchiamento: 4 – 6 anni

    Valutazioni:    Non ci sono ancora recensioni critiche per questa annata.

    Quando bere:   2022/2027

  • Cantina di Terlano – Alto Adige Doc. “VORBERG” Pinot Bianco Riserva 2019

    29,90

    “Sul versante meridionale del Monzoccolo, nel territorio DOC di Terlano, sono situati dei vigneti soleggiati e ripidi dove, ad un altitudine tra i 450 e 650 metri s.l.m., viene coltivato un pinot bianco emozionante.  Questo vino sostanzioso e oltremodo complesso colpisce in modo particolare con la sua mineralità, la sua notevole capacità di sviluppo e sottolinea così la potenzialità di questa varietà.”

    Vinificazione

    Vendemmia e selezione delle uve manuali. Pigiatura delicata a grappolo intero e sfecciatura per sedimentazione naturale. Fermentazione lenta a temperatura controllata in botti di rovere grandi (70 & 30 hl). Fermentazione malolattica e affinamento per 12 mesi sui lieviti fini nelle botti di legno tradizionali.

     

    “Giallo paglierino brillante con delicati riflessi verdognoli. Nobile naso di belle pomacee, agrumi canditi, riverbero di nocciole fini. Al palato è elegante e con una fine cremosità, si apre molto salato e con un’acidità impetuosa, un bel gioco equilibrato, rimane a lungo.” FALSTAFF

    “Un pinot bianco secco molto profondo e concentrato che sta appena iniziando a dare il meglio di sé. Splendido equilibrio tra ricchezza cremosa e carattere delicatamente tostato e di pera caramellata. Acidità modesta, ma così tanta energia minerale che non si pensa nemmeno per un secondo alle dimensioni del vino (14%). Finale estremamente lungo e setoso.” JAMES SUCKLING

    “Sottile rovere, pera Williams matura, ananas, fiori primaverili e bouquet gessoso. Il palato è pieno e succoso, con un’intensità impressionante di sapori di frutta matura, sottolineati da un’acidità croccante, un alcol ben integrato e un lungo finale minerale. Ora è super, e non cadrà presto. Notevole.” DECANTER

    “Il Pinot Bianco Riserva Vorberg 2019 ha un tocco esotico, mescolando ricche note di crema pasticcera alla vaniglia con fiori bianchi, pere schiacciate e note di spezie dolci. È setoso e profondamente strutturato, con onde cremose di frutti di bosco maturi che attraversano il palato, pur lasciando minerali salini che creano una sensazione più tattile. Il 2019 si presenta come un anno denso e stratificato, ma con un equilibrio perfetto e un aspro riverbero di agrumi che aggiunge energia. Finisce lungo e leggermente strutturato, lasciando il palato completamente rinfrescato. Oggi è solo un bambino, ma è pieno di potenziale. Ho assaggiato il Vorberg da una bottiglia appena aperta e da una aperta da due giorni senza alcun segno di declino.” VINOUS

    “Questo è un vino splendido e uno dei miei bianchi preferiti dell’anno. La Cantina Terlano 2019 Alto Adige Terlano Pinot Bianco Riserva Vorberg ha una consistenza morbida e ricca. I suoi aromi sono ben integrati ed equilibrati, a partire dalla pera e dalla mela croccante fino alla salvia, allo zafferano e a una nota speziata di liquirizia bianca. Tuttavia, il protagonista principale è la definizione minerale che incornicia questo delizioso bianco.” ROBERT PARKER

    “La versione di Rudi Kofler del Pinot Bianco, dai vigneti di Vorberg situati sopra i 900 metri in grado di dare una maestosa spinta sapida. Il naso è impetuoso, con note di pesca gialla, begonia, poi maggiorana. La bocca è tesa, sapida, persistente, con ritorno di frutta gialla sul finale.” LUCA GARDINI

     

    Valutazioni:     Doctor Wine  94/100   Luca Maroni  93/100   Luca Gardini  97/100   Robert Parker  95/100

    Vinous  95/100    James Suckling   95/100   Decanter  95/100 / medaglia d’oro   Falstaf   93/100

    Quando bere:   2022/2034